madre preoccupata per il figlio che mostra dei sintomi di alopecia nei bambini

Alopecia nei bambini: tutto ciò che bisogna sapere

L’alopecia nei bambini è un problema comune e, per certi versi, può considerarsi nella maggior parte dei casi fisiologica. I capelli nascono, crescono e cadono con cadenza ciclica, in differenti età e tappe dello sviluppo.

Situazione diversa, è quando questa perdita di capelli diventa eccessiva. La caduta si presenta spesso a chiazze estese e colpisce ampie zone del capo. È importante saper riconoscere l’alopecia nei bambini per poterla curare in tempo.

Indice dell’articolo


  1. Cos’è l’alopecia?
  2. Alopecia nei bambini: come riconoscerla?
  3. Le cause dell’alopecia nei bambini?
  4. Quali sono i rimedi per l’alopecia nei bambini?
  5. Differenze tra alopecia nei bambini e negli adulti
  6. Conclusioni

Cos’è l’alopecia?


Il termine alopecia deriva dalla parola greca alōpex (volpe) e rappresenta un peggioramento della qualità dei capelli, il loro graduale diradamento o, addirittura, la scomparsa. Questa malattia non è, però, dolorosa o contagiosa.

L’alopecia areata, una volta chiamata Area Celsi, è la forma più comune di alopecia nei bambini e si manifesta con la comparsa di una o più chiazze glabre, rotonde od ovali, sul cuoio capelluto.

Alopecia nei bambini: come riconoscerla?


La capigliatura dei bambini che si forma già in fase prenatale o nei primissimi mesi di vita è già soggetta all’alternanza delle fasi del ciclo vitale del capello. Non bisogna quindi allarmarsi se il bambino tende a cambiare i capelli quando è molto piccolo. Un discorso diverso, invece, va fatto quando i piccoli mostrano delle chiazze prive di capelli, che possono anche estendersi a intere regioni del capo.

la formazione di una chiazza glabra è un sintomo dell'alopecia nei bambini

Questo problema è noto come alopecia areata, una malattia autoimmune che può manifestarsi a tutte le età, anche nella fascia compresa tra 0 e 5 anni. Il sistema immunitario riconosce capelli e peli come corpi estranei e li attacca, provocando una perdita di capelli a chiazze. Inoltre, l’alopecia nei bambini non deve essere confusa con quella androgenetica.

Sintomi meno evidenti dell’alopecia nei bambini

  • Punta dei capelli rovinata a causa della sofferenza del follicolo.
  • Pigmentazione non regolare del capello.
  • Capelli in fase di riposo (telogen).
  • Comparsa di piccole righe sulle unghie.

Le cause dell’alopecia nei bambini


  • tricotillomania;
  • uso di particolari farmaci;
  • dieta poco bilanciata;
  • tinea capitis o tigna;
  • telogen effluvium;
  • stress o stati psicologici ed emotivi complicati;
  • malattie virali che debilitano le difese immunitarie;
  • acconciature sbagliate come code e codini legati troppo stretti.

Quali sono i rimedi per l’alopecia nei bambini?


È difficile definire una terapia valida per tutte le circostanze appena elencate. La verità è che non esiste una vera cura per trattare l’alopecia nei bambini. L’unica cosa che i genitori possono fare è cercare di tenere sotto controllo la salute dei capelli del bambino. Il sostegno psicologico deve essere una costante imprescindibile.

l'alopecia nei bambini causa un diradamento dei capelli nella parte posteriore della testa

I genitori devono ascoltare e capire i disagi del bambino e stargli vicino. Il ruolo dei medici è altrettanto importante per monitorare i disturbi e valutare il loro impatto. Inoltre, seguire una dieta sana può essere di grande aiuto per il bambino. 

Bandane, cappelli e berretti sono soluzioni appropriate, così come la crema solare, per proteggere le zone colpite. In alcuni casi gravi, uno specialista potrà consigliare l’uso di farmaci, iniezioni o creme. Anche se è una malattia non contagiosa o dolorosa, agire in tempo è fondamentale

Differenze tra l’alopecia nei bambini e negli adulti


I motivi dell’alopecia nei bambini possono essere molto differenti, mentre negli adulti, invece, la causa principale di perdita dei capelli è dovuta all’alopecia androgenetica, anche se non bisogna escludere fattori come alimentazione, stress o altre patologie.

Si pensa che questa forma di alopecia sia dovuta all’enzima 5alfa-reduttasi di tipo II responsabile della trasformazione del testosterone in diidrotestosterone o DHT. Questo ormone muta il normale ciclo vitale dei capelli, riducendo la loro fase di crescita e velocizzando quella di caduta.

Un bambino con dei genitori affetti da perdita di capelli sarà geneticamente predisposto, ma fino a una certa età, non è possibile parlare di alopecia androgenetica, dato che non è stata ancora raggiunta la maturità sessuale. Mentre per l’alopecia nei bambini non esiste una cura precisa, per quella androgenetica ci sono diverse soluzioni.

  • Minoxidil: lozione o schiuma da applicare quotidianamente sul cuoio capelluto.
  • Finasteride: compresse giornaliere che inibiscono l’azione dell’enzima 5-alfa reduttasi di tipo II.
  • Trapianto di capelli DHI: innesto di follicoli piliferi sani in un’area affetta da calvizie.

Conclusioni


Nel caso di alopecia nei bambini, bisogna intervenire in maniera tempestiva. Come prima cosa, bisogna individuare le cause della caduta dei capelli nei piccoli. Esse sono da rintracciarsi in diversi fattori: eredità genetica, infezioni o malattie oppure un’alimentazione non bilanciata.

Una volta identificati i motivi scatenanti di questa alopecia infantile e avuta la diagnosi, il medico potrà stabilire una cura vera e propria. Una delle cose più importanti, inoltre, è che i genitori stiano sempre a fianco del bambino e che lo sostengano senza riserve.