Gli antidepressivi possono causare la caduta dei capelli

Antidepressivi e caduta dei capelli

Molti che assumono antidepressivi si lamentano di una caduta massiccia dei loro capelli. Questo è un effetto collaterale comune di questi farmaci che, purtroppo, non è evitabile.

Come riconoscere la caduta dei capelli indotta da antidepressivi e cosa si può fare per intervenire? Nell’articolo di oggi cercheremo di rispondere a tutte queste domande!

Quali antidepressivi causano la caduta dei capelli?


Molti antidepressivi hanno tra gli effetti collaterali più comuni quello della caduta dei capelli. Infatti, molti dei pazienti che effettuano una terapia che prevede l’assunzione di questi tipi di farmaci hanno registrato la caduta o il diradamento dei propri capelli.

Tra i principi attivi dei farmaci che fanno cadere i capelli possiamo trovare:

  • Amitriptilina;
  • Imipramina;
  • Amoxapina;
  • Nortriptilina;
  • Desipramina;
  • Protriptilina;
  • Doxepina;
  • Trimipramina;
  • Fluoxetina;
  • Imipramina.

Inoltre, l’alopecia iatrogena, cioè la perdita di capelli causata dal consumo di farmaci, sembrerebbe connessa anche all’uso del litio, un farmaco molto usato per la cura e il trattamento del disturbo bipolare, oltre che in caso di depressione, schizofrenia e altre malattie psichiatriche.

un effetto collaterale degli antidepressivi è la caduta dei capellli

Riconoscere la caduta dei capelli causata da antidepressivi


Quando si perdono i capelli a causa dell’assunzione di farmaci, si definisce caduta indotta. Sono due i principali tipi di caduta di capelli connessi anche all’uso di antidepressivi.

  • Anagen Effluvium: cioè quando la perdita di capelli che avviene durante la fase di crescita. Questa è spesso legata alla chemioterapia e all’uso di farmaci contenenti arsenico, bismuto, tallio, acido borico, oro o colchicina.
  • Telogen Effluvium: cioè quando la caduta dei capelli che avviene durante la fase di riposo, la forma più comune per coloro che usano antidepressivi. Questa forma può svilupparsi anche dopo alcuni mesi di assunzione dei farmaci.

Per scoprire se ne stanno cadendo più del normale, bisogna prestare attenzione a quanti capelli si perdono durante la doccia. Se il numero supera i 100 capelli, è probabile che ci sia un problema.

Inoltre, certe volte, la perdita causata dagli antidepressivi non riguarda solo i capelli, ma anche i peli del corpo, soprattutto quelli delle sopracciglia.

Quando è il caso di intervenire?


In genere, quasi tutti gli antidepressivi hanno effetto sui capelli circa 3 mesi dopo l’inizio della terapia, ma alcuni possono causare la perdita anche solo dopo poche settimane.

Solo un esperto può stabilire se siano questi antidepressivi a causare la caduta dei capelli, effettuando un’anamnesi completa del paziente. In questo modo, lo specialista potrà decidere se è meglio cambiare il farmaco o solo aggiustare la dose.

La decisione, infatti, non può essere presa in maniera autonoma dal paziente, poiché si tratta di farmaci che, oltre la caduta dei capelli, possono avere anche degli effetti anche molto gravi.

Antidepressivi e caduta dei capelli: rimedi


Di solito, la perdita dei capelli causata dagli antidepressivi termina quando si sospende l’assunzione del farmaco. Se la situazione è molto grave, potrebbe essere anche necessario dover intervenire su più fronti.

Da un lato, cambiando le dosi o il farmaco responsabile; dall’altro prendendo in considerazione un trapianto di capelli, una soluzione adatta se i bulbi piliferi sono danneggiati in maniera irreparabile.

Anche seguire una dieta sana è molto importante per la salute dei capelli. Infatti, sarebbe necessario assumere delle dosi sufficienti di proteine, di vitamine (in particolare quelle che fanno parte del gruppo A, B, C e H) e anche di altri elementi come il ferro e il silicio.

Inoltre, è consigliato usare anche uno shampoo naturale e che sia in grado di rivitalizzare i capelli. Infine, bisognerebbe cercare di evitare il più possibile lo stress, il fumo e si dovrebbe praticare sport almeno due giorni alla settimana.

l'assunzione di antidepressivi può causare la caduta dei capelli

Conclusioni


Come abbiamo letto, la caduta dei capelli è uno degli effetti collaterali più comuni dell’assunzione di antidepressivi. Di solito, quando ci si accorge di perdere troppi capelli bisognerebbe rivolgersi al proprio medico e cercare di capire con lui quale sia la soluzione migliore. Infatti, non è sempre possibile sospendere gli antidepressivi e, quindi, si dovrà cercare un modo diverso per poter rimediare al problema.

In genere, gli effetti collaterali dei farmaci terminano quando si interrompe la terapia, ma a volte sono necessari interventi più efficaci come un trapianto di capelli. Anche una dieta e uno stile di vita sani possono aiutare a diminuire o risolvere il problema. L’importante è non prendere nessuna decisione da soli, ma parlare con un esperto.

Ancora nessun commento!

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.