Durante la gravidanza, il corpo rilascia una grande varietà di ormoni. Uno di questi è l'estrogeno, un ormone sessuale, che, tra i vari effetti, rende i capelli folti e sani in questa particolare fase. Molte raccontano infatti che i loro capelli hanno un maggior volume e lucentezza durante i nove mesi. Purtroppo puó succedere anche il contrario: un lieve aumento della caduta di capelli in gravidanza é un problema che colpisce altrettante donne. In alcuni casi si presenta infatti una perdita di capelli a zone. Quali sono le cause di questo fenomeno? I responsabili della caduta sono solo gli ormoni o entrano in gioco anche altri fattori?

caduta capelli gravidanza

La caduta di capelli in gravidanza: le possibili cause

L’aumento della caduta dei capelli durante la gravidanza è estremamente raro, ma ci sono alcuni casi in cui purtroppo si verifica. In questo periodo il corpo femminile deve adattarsi a molti cambiamenti ed é naturale che l’equilibrio ormonale ne venga scombussolato. Oltre a mal di testa, stanchezza e persino anemia, questo squilibrio ormonale può anche rendere i capelli fragili o causare una perdita abbondante.
L’aumento del rilascio di ormoni fa sí che non solo la pelle, ma anche i capelli vengano strapazzati da questo cambiamento. Soprattutto nei primi mesi, le donne possono avere numerosi disturbi a livello di salute. Nel periodo della gravidanza, la perdita dei capelli puó essere una grande fonte di preoccupazione. Soprattutto in questa fase, in cui si consigliano riposo e tranquillitá, questo disturbo puó avere effetti sul sistema nervoso. Qui vi presenteremo le possibili cause della perdita di capelli e le possibili soluzioni.

La carenza di ferro può causare la caduta dei capelli

Nelle donne in gravidanza la caduta dei capelli è causata dalla carenza di ferro. In questo periodo il corpo ha bisogno di un apporto di ferro fino al 60 percento superiore rispetto alla norma, in modo che il feto possa crescere correttamente. Se questo minerale non viene fornito al corpo in sufficiente quantitá, allora il corpo lo prende dai capelli. I capelli infatti necessitano di ferro, ma in confronto al nascituro perdono la loro prioritá e di conseguenza viene fornito loro un apporto minore di questa sostanza.

Altri sintomi della carenza di ferro, oltre alla perdita di capelli, sono stanchezza, pelle pallida e possibile aumento del nervosismo. Se le donne incinte notano questi sintomi, è indispensabile una visita dal medico, il quale richiederà un prelievo di sangue per determinare il livello di emoglobina. Se questo valore risulterá troppo basso, il medico consiglierá una terapia appropriata. La carenza di ferro di solito si verifica nel secondo trimestre, ma può presentarsi anche prima o dopo.

Un altro fattore da non sottovalutare nelle donne in gravidanza affette da perdita di capelli è lo stress. Molte donne entrano in uno stato di stress quando si tratta del primo figlio e ció non puó che influire negativamente sulla crescita dei capelli. L’unica soluzione é cercare di contrastare attivamente lo stress, ad esempio attraverso alcune tecniche di rilassamento o facendo yoga. Anche l’esercizio fisico può aiutare. Se tutti questi rimedi non hanno effetto, si puó chiedere consiglio al proprio ginecologo. I rimedi fai da te, anche con estratti naturali, sono fortemente sconsigliati!

La caduta di capelli in gravidanza

Come si puó contrastare la caduta dei capelli durante la gravidanza?

Spesso gli ormoni, in particolare gli estrogeni, sono la causa di questo fenomeno. Sono gli estrogeni infatti a regolare l´apporto di sostanze ai follicoli e alle radici dei capelli. Di conseguenza, se si verificano degli squilibri ormonali, questi andranno ad avere un effetto negativo anche sui capelli. Se i problemi ai capelli sono causati dalla carenza di ferro, ció si manifesterá con l´aumento della caduta di capelli. Altri sintomi sono la stanchezza, il nervosismo o le unghie spezzate. In questo caso la soluzione puó essere una dieta equilibrata ricca di ferro. Il medico curante potrá inoltre prescrivere ulteriori integratori.

Se la caduta dei capelli é lieve, i seguenti suggerimenti possono essere d´aiuto:

  • non lavare i capelli troppo spesso
  • seguire una terapia adatta
  • utilizzare solo shampi delicati
  • rinunciare alla tinta o alla colorazione dei capelli

Soprattutto in casi di diradamento, che solitamente non è dovuto a fattori ormonali, questi suggerimenti possono aiutare a rafforzare la crescita dei capelli. La perdita di capelli durante l´attesa é normalmente dovuta a un disturbo legato alla gravidanza in sé. Ma se la donna in questione soffre di una perdita di capelli ormonale circolare, i suggerimenti precedenti non hanno praticamente alcun effetto. A questo punto bisognerebbe informarsi per un trattamento professionale, con il quale poter eliminare di nuovo le zone calve sulla testa. In questo caso gioca un ruolo fondamentale il periodo di insorgenza dei sintomi. Quando é emerso il problema? Prima, durante o dopo la gravidanza?

Quando è iniziata la perdita dei capelli?

Mentre la maggior parte delle donne soffrono di perdita di capelli dopo il parto, alcune segnalano la perdita di capelli anche a partire da alcune settimane prima della nascita. Un caso molto raro, ma che può certamente accadere. Dipende sempre dalla reazione dell´organismo della donna, il quale si prepara ad affrontare la nascita.Come già accennato, possono intervenire diversi fattori. Dalla carenza di sostanze nutritive allo stress, fino ad una grave malattia.

Attualmente non sono stati fatti degli studi specifici sulla caduta dei capelli nelle prime settimane di gravidanza. Un´ipotesi é che questo fenomeno sia dovuto a una maggior produzione di ormoni luteinici. L’ormone femminile, che viene prodotto nelle ovaie, regola il ciclo riproduttivo insieme all’estrogeno. In questo caso, i capelli saranno più inclini a rompersi e potrebbero cadere in grande quantitá. Tuttavia, per ora rimane solo un’ipotesi e puó essere verificata solo alla prima gravidanza.Ovviamente le donne si chiedono se e quando puó verificarsi un aumento della perdita di capelli dopo la gravidanza. Anche in questo caso, vi sono molte testimonianze diverse e di conseguenza non é possibile stabilire una regola generale.

La perdita di capelli dopo la gravidanza

É molto meno raro che si abbia un aumento della perdita di capelli dopo la gravidanza rispetto che durante i 9 mesi. In questa fase, la produzione di estrogeni e quindi la crescita dei capelli torna alla normalitá. Di fatti questo fenomeno viene definito in termini medici “alopecia postgravidanza”. Quindi non occorre andare nel panico se si nota qualche capello in piú sulla spazzola dopo la nascita del bambino. Questo é dovuto al fatto che il ciclo vitale dei capelli torna ad essere piú breve. Entro otto settimane, quindi anche nel periodo dell´allattamento, la perdita di capelli dovrebbe tornare ad una condizione normale. Ma come si puó combattere la caduta dei capelli dopo la gravidanza? Ci sono dei modi utili per stimolare la crescita dei capelli? Nella seguente sezione esamineremo più da vicino questo argomento.

Consigli utili

Quando si perde una grande quantità di capelli, si subisce uno shock e spesso ci si preoccupa per la propria salute. Per fermare la caduta dei capelli, si possono seguire questi suggerimenti:

  • Il riposo fisico è essenziale
  • seguire un´alimentazione sana ed equilibrata
  • utilizzare shampi e balsami delicati per il lavaggio dei capelli
  • in caso di capelli lunghi, evitare di legarli e tenerli preferibilmente sciolti
  • anche un massaggio alla testa a volte può fare miracoli

In generale, non esiste una “pozione magica” per evitare la perdita dei capelli dopo la gravidanza.Dedicate a voi stesse e al vostro corpo il riposo dovuto. Il miglior rimedio per la caduta dei capelli é la cura di sé.

Dovrete allarmarvi nel caso in cui i capelli caduti non dovessero ricrescere piú, in quanto ció significa che il ciclo vitale del capello non é tornato alla normalitá. Un altro segnale di allarme é il fatto che si verifichi improvvisamente una grave perdita di capelli durante l’allattamento. Se notate che la quantità di capelli persi è ben al di sopra del valore normale di 100 unitá al giorno, dovreste consultare urgentemente un esperto. Una perdita di capelli eccessiva dopo la gravidanza ha spesso cause complesse e in molti casi non può essere curata cambiando la dieta o evitando lo stress. Se queste misure non si applicano e la perdita di capelli continua ad aumentare, bisognerebbe adottare un trattamento professionale. Il team di Elithairtransplant é sempre disponibile per dei consulti e potrebbe consigliarvi un trattamento di capelli poco invasivo per il vostro problema di capelli.