AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): Le nostre misure di igiene e sicurezza – per saperne di più

AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): Le nostre misure di igiene e sicurezza – per saperne di più

donna ha i capelli rovinati da decolorazione

Come prendersi cura dei capelli rovinati da decolorazione?

Come salvare i capelli rovinati da decolorazione? Tingere o decolorare i capelli è molto dannoso per i fusti capillari. Dopo questi trattamenti aggressivi è facile ritrovarsi con una chioma opaca, debole e bruciata: il classico effetto “paglia”. In alcuni casi, i capelli possono essere così stressati e indeboliti, che possono cadere. Niente paura, non tutto è perduto: qui Le diamo tutti i consigli utili per migliorare la salute dei capelli danneggiati da decolorazione.

Come appaiono i capelli rovinati da decolorazione?

Avere i capelli rovinati da decolorazione è un problema che non interessa soltanto le donne: sono molti gli uomini che tingono o decolorano i loro capelli. Possiamo quindi dire che, quello dei capelli rovinati, è un problema di entrambi i sessi, con una differenza. Mentre gli uomini tengono nella maggior parte della volte i capelli più corti, e quindi è più facile per loro avere un ricambio della chioma, sono molte le donne che tengono i capelli lunghi o di media lunghezza: in questo caso, rimediare alla situazione e donare alla chioma una nuova vita è ancora più difficile. I capelli rovinati da decolorazione presentano le seguenti caratteristiche:
  • Opachi;
  • Secchi;
  • Spenti;
  • Hanno le doppie punte;
  • Sono stopposi e assomigliano alla paglia;
  • Sono bruciati e ruvidi;
  • Non crescono in lunghezza;
  • Hanno assunto un colore indefinito;
  • Sono molto ruvidi al tatto.

Quando è necessaria la decolorazione?

La maggior parte delle persone decide di cambiare il colore dei propri capelli per cambiare look. È comune, infatti, che dopo un cambiamento di vita importante, oppure semplicemente per sentirsi più belli o acquisire nuova fiducia in se stessi, la prima cosa che si voglia cambiare, siano i capelli. Questo testimonia come i capelli siano importanti e il ruolo fondamentale che essi giocano per la costruzione della nostra immagine personale e sociale. L’ importanza che riserviamo ai capelli, dovrebbe farci riflettere su quanto sarebbe necessario prendersi cura di essi e non aggredirli con processi chimici, come nel caso dei capelli rovinati da decolorazione. Vi sono due casi in cui è indispensabile ricorrere a una decolorazione, per ottenere l’effetto desiderato:
  • Il sogno biondo: quando si hanno dei capelli di un colore naturale molto scuro e da sempre si desidera sfoggiare una chioma bionda lucente. In questo caso, è necessario effettuare una decolorazione piuttosto intensa per ottenere un buon risultato.
  • Il sogno arcobaleno: desiderate ottenere una chioma dal colore brillante e “poco convenzionale”. Perchè limitarsi ai colori naturali? Anche in questo caso dovrete schiarire i vostri capelli prima di poter tingerli di rosa, blu, viola o addirittura bianco.

Come agisce la decolorazione sui capelli?

La decolorazione per capelli è un vero e proprio processo chimico e aggressivo per la chioma, che va addirittura a compromettere e cambiare la struttura del capello. Con la decolorazione si vuole ossidare e intaccare direttamente la melanina, fino a distruggerla. A questo scopo, vengono usati degli agenti ossidanti in soluzione alcalina oppure dell’acqua ossigenata. La melanina rappresenta il pigmento che determina il colore della nostra capigliatura ed è protetta dalle cuticole, delle piccole squame, che svolgono una funzione di difesa. Tramite la decolorazione, però, queste squame si aprono, lasciando che le componenti chimiche attacchino e distruggano la melanina presente nei fusti capillari.

L’azione del decolorante sulla melanina

Esistono due tipi di melanina:
  • Eumelanina: di colore nero
  • Feomelanina, di colore rosso.
Solitamente la Eumelanina è quella che si ossida più facilmente: è per questo che quando viene effettuata una decolorazione in maniera non ottimale, i capelli assumono quel colore rossiccio: ciò è dovuto al fatto che la feomelanina è ancora presente. Altre volte, invece, a seguito di numerosi trattamenti di decolorazione, anche la feomelanina viene distrutta, e i capelli potrebbero assumere un colore rosso-giallastro simile a quello della nicotina. Questo è il colore della cheratina, che costituisce la fibra del capello. Attraverso il processo chimico della decolorazione, si crea un vero e proprio cambiamento della struttura del capello: la sostanza ossidante penetra nel capello distruggendo le cuticole. Esse sono delle piccole squame protettive presenti sui fusti capillari (assomigliano a delle piccole tegole), e hanno la funzione di proteggere il capello dall’ambiente esterno. Esse vengono sollevate a causa dell’alcalinità della soluzione, permettendo alle sostanze chimiche di penetrare all’interno del fusto capillare. Il capello, in tale situazione, tende a diventare man a mano più poroso, e infine stopposo.

Quali sono le conseguenze della decolorazione sui capelli?

Il fatto che si vadano a creare dei cambiamenti della struttura del capello, e che le cuticole, ossia le protettrici dei fusti capillari, siano compromesse, porta alle seguenti conseguenze per i capelli rovinati da decolorazione:
  • Il capello reagisce male alle future decolorazioni o colorazioni, assomendo tonalità non omogenee;
  • Il capello diventa debole, opaco e perde di luminosità: l’effetto “stoppa”;
  • Si creano molte doppie punte;
  • I capelli sono fragili e si spezzano o cadono con molta più facilità;
  • I capelli rovinati da numerose decolorazioni possono assumere un colore verdastro;
  • La decolorazione distrugge circa il 50% degli aminoacidi, che riducono la resistenza del capello, favorendo l’insorgere di alopecia da trazione.
Riassumendo, i capelli rovinati da decolorazione perdono di flessibilità e luminosità naturale, sono difficili da pettinare e si spezzano facilmente. Per questi effetti collaterali particolarmente incisivi, bisognerebbe evitare la decolorazione il più possibile, soprattutto sui capelli già rovinati o sfibrati. Stressare ulteriormente i capelli potrebbe influenzare la loro salute e causarne la caduta. I danni causati dalla decolorazione, se non ripetuta molte volte, possono essere rimediati grazie ad alcuni prodotti e trattamenti naturali, che reintegrano il capello e il cuoio capelluto. Grazie a questi rimedi il capello torna ad essere idratato.

Rimedi per i capelli rovinati da decolorazione

Il primo rimedio per salvare i capelli rovinati da decolorazione è quello di dire addio alle tinture chimiche e alle decolorazioni. Questi tipi di tinture sono veramente aggressivi per i capelli. Bisogna imparare a prendersi cura della propria chioma, se non si vuole causare il suo diradamento e la perdita. Ci sono, in commercio, moltissime tinture naturali per capelli, che non contengono ammoniaca e acqua ossigenata. Un alternativa alla tinta è l’henné. Si tratta di un pigmento naturale che colora i capelli, altamente nutritivo per la chioma. Si deve mischiare con altre erbette o ingredienti a piacimento – è buona norma, per esempio, unire all’henné della camomilla, del miele, dell’aceto di mele o del limone – che vadano a nutrire ulteriormente il capello, oltre che a colorarlo. Esistono anche dei trattamenti naturali fai da te, molto facili da preparare, per la cura dei capelli. Eccone alcuni:

La maschera alla banana

Uno mix a base di olio di ricino (un cucchiaio), un uovo e una banana sarà alla base di una maschera perfetta per dare forza e idratazione ai capelli fragili. Bisogna farla agire per 10-15 minuti.

La maschera con miele e aloe

L’aloe è particolarmente nota per l’effetto positivo sulla pelle irritata e sui capelli disidratati. Per la maschera fatta in casa si può mischiare un cucchiaio di miele, un cucchiaio di olio d’oliva riscaldato e 5-6 ml di estratto di aloe. Basterà applicare il prodotto dalle radici alle punte e lasciarlo agire per 15-30 minuti per dare nutrimento ai capelli.

Impacco all’olio di Monoi

Questo impacco è fondamentale nei casi in cui la struttura del capello risulti particolarmente rovinata e disidratata. Basta mettere in una ciotola 2 cucchiai di questo olio, 2 di latte di cocco e 1 vasetto di yoghurt. Applicare questo miscuglio portentoso su tutta la superficie dei capelli, lasciare agire dai 30 minuti alle 2 ore e risciacquare con acqua tiepida.

Impacco alla maionese

Forse suona strano, ma la maschera per capelli alla maionese aiuta davvero il rinfoltimento! La maionese sui capelli, infatti, aiuta a ripristinare le molecole lipidiche presenti nella parte esterna del capello grazie ai suoi ingredienti. Si può fare una maionese fatta in casa o comprarla al supermercato, applicarla sui capelli umidi dai 5 ai 45 minuti, facendo attenzione di applicarla sulle lunghezze ed evitare il contatto diretto col cuoio capelluto, soprattutto se si hanno i capelli grassi.

Shampoo ricostituente e rinforzante

Bisogna fare attenzione ai lavaggi dei capelli. Per prima cosa, non bisogna lavare i capelli ogni giorno e bisogna cercare di limitare l’uso della piastra. Quando si usa il phon, sarebbe buona norma quello di muoverlo in continuazione, al fine di impedire all’aria calda e secca del macchinario, di rendere i capelli ancora più secchi e stopposi. Un consiglio, è quello di proteggere i capelli con delle lozioni speciali e apposite, prima di sottoporsi al microtrauma dell’asciugatura. I CONSIGLI DEI NOSTRI ESPERTI:
Il nostro esperto tricologo, il Dott. Balwi, direttore della clinica Elithairtransplant in Turchia,  ha creato il proprio shampoo nutriente per capelli. Contenente ingredienti di alta qualità, lo shampoo del Dott. Balwi è stato creato per i capelli deboli: lo scopo è quello di rinforzarli dalla radice alla punte e donare loro una nuova vitalità. La Biotina, vitamina preziosa per la crescita dei capelli, conferisce foltezza e nutrimento alla chioma.
Lo shampoo contiene:
  • Biotina, una vitamina essenziale per la salute della chioma;
  • Aloe Vera per idratare e nutrire i capelli;
  • Caffeina, un vero e proprio toccasana per capelli, aiuta con la ricrescita e l’allungamento della chioma (fino a 4cm al mese!);
  • Estratto di miglio, tè verde, foglie di betulla, estratto di luppolo, per dare vitalità e lucentezza alla chioma rovinata.

Salvare i capelli rovinati da decolorazione

Come accennato prima, nei casi in cui i capelli siano rovinati dalla decolorazione, è consigliabile applicare quanto prima una maschera nutriente per più volte o usare uno shampoo apposito per la cura dei capelli rovinati.  Nei casi in cui la decolorazione venga ripetuta più volte e danneggi in maniera incisiva i capelli, potrebbe verificarsi un importante diradamento della chioma. Altri consigli per la salute della chioma potrebbero essere quelli di assumere omega 3, lavare i capelli 1-2 volte a settimana e evitare l’uso eccessivo di piastra per capelli e phon. Nei casi in cui i capelli siano molto diradati e siano diventati eccessivamente fini, rivolgersi a un tricologo è la soluzione migliore per scoprire come ristabilire la salute dei capelli o trovare una soluzione al problema.

No Comments yet!

Your Email address will not be published.