AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): per saperne di più

AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): per saperne di più

Il cortisone aiuta nella ricrescita dei capelli

Farmaci a base di cortisone per capelli: aiutano contro la caduta?

I farmaci a base di cortisone contro la caduta dei capelli sono diventati ormai la terapia più consigliata per chi soffre di alopecia in stadio avanzato. Evidenze scientifiche provano l’efficacia di questa categoria di medicinali, soprattutto per quanto riguarda l’alopecia femminile. Può essere però utile approfondire alcuni aspetti dell’argomento, sottolineando i principali effetti positivi legati all’uso del farmaco, così come le possibili controindicazioni.

Cortisone: le caratteristiche del farmaco

Alla base dei farmaci cortisonici c’è il cortisolo, un ormone naturalmente prodotto dalle ghiandole surrenali umane, sintetizzato in molte forme. La più nota delle quali è il cortisone.

Il principale utilizzo dei cortisonici è quello relativo al trattamento di stati infiammatori e di dolori cronici. Questo farmaco è impiegato da moltissimo nella cura di queste patologie. Problemi reumatici, stati di infiammazione acuta, fenomeni che interessano le vie respiratorie, prevedono quasi sempre l’uso del cortisone e dei suoi derivati. Tali farmaci vengono usati anche per curare infiammazioni cutanee, così come episodi allergici o di violenta ipersensibilità.

Anche nella terapia oncologica ci si serve dei cortisonici, come inibitore delle possibilità di rigetto. Il farmaco può essere somministrato in vari modi: per bocca, per via endovenosa o a livello topico.

Farmaci a base di cortisone per capelli: come viene usato questo farmaco in ambito tricologico?

I cortisonici sono da tempo usati nella terapia tricologica, anche se un utilizzo massiccio viene sconsigliato e se ne raccomanda in genere un basso dosaggio. Esistono valide ragioni per l’impiego di farmaci a base di cortisone (o di uno dei suoi derivati) per contrastare patologie che interessano i capelli.

Il primo motivo è legato all’azione anti-infiammatoria di queste sostanze che, in casi di consistente caduta di capelli (per intendersi, qualche centinaio al giorno), stabilizza la salute dei follicoli piliferi e ne evita l’infiammazione cronica. L’ormone cortisolo è in grado di regolare il metabolismo energetico del capello, garantendo così il mantenimento di un normale ciclo vitale anagen-telogen. Legandosi inoltre ai recettori degli ormoni androgeni, il cortisolo può debolmente contrastare l’attività enzimatica che porta alla caduta dei capelli.

Per quale tipologia di alopecia vengono consigliati i farmaci a base cortisonica?

I farmaci cortisonici vengono usati per via topica soprattutto nel trattamento dell’alopecia areata. Questo tipo di alopecia prevede una perdita di capelli a chiazze. I follicoli piliferi si assottigliano sempre di più fino a portare alla caduta del capello, in maniera non omogenea. Nei casi peggiori, l’alopecia areata può tramutarsi in alopecia totalis – quando si perdono tutti i capelli, o alopecia universalis – quando si perdono tutti i peli del corpo.

Purtroppo, questa tipologia di alopecia è difficilmente curabile senza ricorrere all’uso di farmaci. È difficile sottoporsi a un trapianto, se non si ha una zona donatrice adeguata, ossia una zona del capo (solitamente la nuca) dalla quale prelevare le unità follicolari da trapiantare nella zona ricevente, la zona glabra. A livello topico, infine, i prodotti a base cortisonica, oltre a migliorare lo stato infiammatorio, “puliscono” il cuoio capelluto dalla pelle desquamata o dal sebo eccessivo.

il cortisone contrasta la caduta dei capelli

Analisi gratuita dei capelli 

Quali sono i farmaci a base di cortisone per capelli più utilizzati?

Le terapie che vengono prescritte generalmente dal medico tricologo sono le seguenti:

Limiti e controindicazioni dell’utilizzo di farmaci a base di cortisone per capelli

I vantaggi di una terapia con farmaci a base di cortisone per capelli, non devono far perdere di vista i suoi possibili effetti collaterali. Questa categoria di farmaci è nota anche per una serie di controindicazioni che possono portare a problematiche di una certa gravità.

In primo luogo, i cortisonici funzionano come immuno-soppressori, quindi possono abbassare le difese del nostro organismo. Il cortisone può aumentare il rischio di patologie molto serie come diabete e osteoporosi, oltre ad alterazioni nell’assorbimento di proteine e nella formazione di adipe. Si tratta di conseguenze che di norma si manifestano in seguito a un uso prolungato di prodotti a base di cortisone, ma è indubbio che questo tipo di farmaci – anche a livello topico – debbano essere usati con cautela e solo dietro prescrizione di un medico, che abbia valutato attentamente il caso in esame.

Il più grande svantaggio di questi farmaci è che l’effetto non è duraturo: se i capelli ricresceranno, questo sarà limitato al periodo di assunzione del farmaco. Inoltre, seppur i capelli ricresceranno, tuttavia potrebbe verificarsi una successiva perdita degli stessi a distanza di mesi. Una volta iniziata la terapia, se ci si accorge che il farmaco è troppo pesante per il corpo, non sarà possibile interrompere l’assunzione del medicinale di punto in bianco: questo potrebbe causare una perdita dei capelli ancora più aggressiva e molto più veloce.

Farmaci a base di cortisone e capelli: altre caratteristiche

Il rapporto tra cortisone e capelli, come abbiamo visto, è legato soprattutto al suo principio attivo: il cortisolo. Secondo la ricerca medica, il cortisolo potrebbe rafforzare il metabolismo energetico del bulbo pilifero.  I medicinali a base di cortisone si usano sopratutto nella fase telogen del ciclo di vita dei capelli, ossia quando si verifica una massiccia caduta che può essere più o meno graduale (con caduta acuta e vistosa di centinaia di capelli al giorno, tutti nella stessa fase del ciclo pilare).Spesso l’effluvio si stabilizza e si arresta rapidamente nel giro di qualche settimana: ciò è strano se si considera che il telogen è di circa 100 giorni e che i capelli in telogen dovranno comunque cadere.

Cortisone e capelli: i consigli del Dott. Balwi

Il Dottor Balwi, medico dall’esperienza pluriennale che dirige la nostra clinica di trapianto di capelli in Turchia, consiglia, in caso di caduta massiccia dei capelli, di iniziare da subito a prendere dei provvedimenti. In situazioni del genere è indispensabile agire tempestivamente per indagare sulle cause della perdita dei capelli e soprattutto su come intervenire. In questo modo si riesce ad agire prima che sia troppo tardi e che i capelli cadano tutti. Attraverso un’analisi preliminare dei capelli, sarà possibile stabilire le cause della  caduta e capire se il paziente potrà sottoporsi al trapianto capelli.

Se il paziente dispone dei requisiti necessari e quindi ha una buona possibilità di successo, il Dott. Balwi consiglia il trapianto di capelli FUE come metodologia più sicura e con buone possibilità di successo. La nostra clinica a Istanbul è così sicura del proprio operato, che offre ai suoi pazienti ben 30 anni di garanzia sui Grafts trapiantati.

In cosa consiste la tecnica del trapianto capelli FUE?

L’acronimo FUE deriva dall’inglese Follicular Unit Extraction, ovvero Estrazione delle Unità Follicolari. I capelli del paziente vengono estratti da una zona donatrice – la parte della testa in cui i capelli sono più folti, (solitamente la nuca, o i lati della testa) – per poi essere trapiantati nella zona ricevente, ovvero quella affetta da calvizie. Il trapianto capelli FUE consiste nel prelevare i bulbi piliferi singolarmente dal cuoio capelluto della nuca mediante uno speciale dispositivo medico chiamato Micromotore o manualmente attraverso l’utilizzo di un microbisturi circolare. Le unità follicolari estratte vengono lasciate riposare in una soluzione nutritiva a base di Biotina e poi vengono impiantate nella zona ricevente con speciali strumenti di precisione.

La terapia: farmaci a base di cortisone contro la caduta dei capelli e prodotti hair care di qualità

Per rinforzare i capelli, è bene usare dei prodotti naturali e che non contengano sostanze chimiche o aggressive per la cute. Per questo il Dott. Balwi, ha creato il suo shampoo e spray anti-caduta, atti a rafforzare e nutrire il cuoio capelluto e i follicoli piliferi. Lo shampoo del Dott.Balwi è composto da:

  • Biotina
  • Aloe Vera
  • Caffeina
  • Estratto di miglio
  • Estratto di te verde
  • Estratto di foglie di betulla
  • Estratto di coda di cavallo
  • Estratto di luppolo

Questo shampo e spray anticaduta sono stati progettati per rinforzare la radice dei capelli , aumentare la crescita capillare e donare nuovamente forza e brillantezza ai capelli. In assoluto un rimedio efficace contro la caduta dei capelli.

Combattere la calvizie si può, col Dott. Balwi e il Team di Elithair!