fumare fa cadere i capelli perché la nicotina contiene molte sostanze nocive

Fumare fa cadere i capelli?

Ecco un motivo in più per dire addio alle sigarette: fumare fa cadere i capelli. È quanto emerge da uno studio che ha esaminato più di 700 uomini alla ricerca di una correlazione tra fumo e perdita dei capelli.

La responsabilità è da attribuire alle tossine presenti nelle sigarette e alla loro azione vasocostrittrice e pro-infiammatoria. Il fumo può danneggiare le radici dei capelli in molti modi diversi. Scopriamo in questo articolo quali sono!

Gli effetti del fumo sul nostro corpo


Prima di parlare del perché fumare fa cadere i capelli, è meglio capire gli effetti delle sigarette sul nostro corpo. Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), il fumo sarebbe la più importante causa evitabile di morte.

Infatti, circa 8 milioni di persone muoiono ogni anno a causa del tabacco. Tra questi, 1,2 milioni sono non fumatori, ma muoiono per il fumo passivo. 

Sempre secondo l’OMS, in Italia morirebbero per il fumo 65.000 persone all’anno. Questo perché, quando si fuma, si inalano sostanze come:

monossido di carbonio – nicotina – catrame – acetone – ammoniaca – arsenico – formaldeide – acido cianidrico – sostanze radioattive. 

Perché fumare fa cadere capelli?


I danni del fumo si ripercuotono su tutto il corpo, compreso il cuoio capelluto. Il consumo prolungato di tabacco, infatti, provoca danni al nostro organismo e anche ai capelli.

Certo, non si può dire che fumare fa cadere i capelli per forza. Possiamo affermare, però, che contribuisce molto alla caduta dei capelli. Ecco cosa causa il fumo all’organismo:

  • aumenta la produzione di radicali liberi;
  • riduce l’ossigenazione del cuoio capelluto;
  • diminuisce l’apporto di nutrienti ai bulbi piliferi.

Non è un caso che i capelli dei fumatori siano più fragili e spenti rispetto a chi non fuma. In che modo, però, questi fattori sopraelencati influiscono sulla calvizie? In altre parole: perché fumare fa cadere i capelli?fumare fa cadere i capelli e provoca gravi danni all'organismo

Aumenta i livelli di DHT


L’alopecia androgenetica è la principale causa di calvizie negli uomini e nelle donne. Alcuni studi, hanno evidenziato una stretta connessione tra questa patologia e il fumo di sigaretta.

Pare, infatti, che il consumo di tabacco aumenti la produzione di ormoni androgeni come il testosterone, l’androstenedione e il diidrotestosterone. Quest’ultimo, noto come DHT, è il principale responsabile della calvizie.

La sigaretta aumenta la produzione di DHT all’interno dell’organismo, favorendo l’insorgere della calvizie. I follicoli piliferi dei fumatori si restringono e indeboliscono. I fusti capillari si riducono e, infine, scompaiono. Ecco perchè fumare fa cadere i capelli.

Peggiora la microcircolazione del sangue


La circolazione sanguigna dei follicoli piliferi è essenziale per la salute dei capelli. Perché tutto funzioni, è necessario che i bulbi piliferi ricevano il giusto apporto di sangue, ossigeno e nutrimenti.

La nicotina accresce la vasocostrizione delle cellule epiteliali, aumentando la quantità di radicali liberi in circolo e causando un restringimento dei vasi sanguigni. Di conseguenza, i follicoli e i fusti capillari ricevono pochi nutrimenti.

Per questo, molti esperti sottolineano l’importanza dei massaggi al cuoio capelluto. Essi favoriscono la corretta irrorazione della zona, prevenendo la caduta dei capelli. Inoltre, è anche molto importante utilizzare i prodotti giusti per prendersi cura della chioma.

Immette sostanze nocive nel corpo


Fumare fa cadere i capelli, ma non solo. Il fumo originato dalla combustione del tabacco e della carta di sigaretta contiene più di 7000 sostanze nocive per il corpo. In particolare, due sono davvero dannose: la nicotina e il monossido di carbonio. 

Entrambe riducono l’afflusso di ossigeno e sangue al cuoio capelluto, indebolendo i follicoli. Questi, non ricevendo abbastanza nutrimento, entrano precocemente nella fase finale del loro ciclo vitale e poi cadono.

Inoltre, la nicotina filtrando all’interno del cuoio capelluto, ne altera la composizione chimica. Questo può danneggiarsi e scatenare una reazione dei bulbi che si staccano e cadono.

Accelera l’invecchiamento


Il fumo può accelerare il processo di invecchiamento, rovinare la pelle e far comparire rughe e macchie anche in giovane età. L’azione invecchiante del tabacco coinvolge l’intero organismo.

A livello molecolare, fumare fa perdere i capelli perché aumenta la produzione dei radicali liberi. Questi, interferendo con i meccanismi di riparazione della cute, alterano il turnover della matrice extracellulare.

Tali agenti contribuiscono al precoce invecchiamento dei bulbi capillari, ostacolandone la rigenerazione e anticipandone la caduta.

fumare fa cadere i capelli perché danneggia i follicoli piliferi

Fumare fa cadere i capelli: lo dice la scienza


Che fumare faccia cadere i capelli, lo conferma anche la scienza. Uno studio del 2007 condotto a Taiwan (link in inglese), ha sottolineato lo stretto rapporto tra fumo e caduta dei capelli.

Il campione era costituito da 740 pazienti asiatici tra 40 e 90 anni (media 65 anni). Dallo studio è emerso che i fumatori perdevano più capelli rispetto ai non fumatori. Soprattutto i pazienti che fumavano 25 o più sigarette al giorno.

Sono stati scelti pazienti asiatici perché hanno una chioma folta anche da anziani. Dai test effettuati, è emerso che il fumo altera il modo in cui il sangue affluisce verso i follicoli piliferi. È questo che porta alla perdita dei capelli! 

Smettere di fumare: i vantaggi per i capelli


Fumare fa cadere i capelli perché provoca infiammazioni ai bulbi piliferi. Inoltre, altera l’equilibrio batterico e incide sulla crescita dei capelli, rendendoli più fragili. Smettere di fumare, oltre a far bene, è anche un buon modo per prevenire la calvizie.

Eliminando il tabacco, il cuoio capelluto avrà un migliore afflusso di sangue, un maggior apporto di ossigeno e, quindi, più nutrimento. Fumare fa cadere i capelli allo stesso modo in cui una cattiva alimentazione o lo stress influiscono sulla salute della chioma.

Inoltre, evitando di assumere sostanze nocive come nicotina e monossido di carbonio, si ristabilisce la naturale composizione chimica del sebo. Questo permette ai capelli di ricrescere sani e forti.

Smettere di fumare fa ricrescere i capelli?


La causa della perdita di capelli è l’alopecia androgenetica. Fumare fa cadere i capelli perché aumenta i livelli di DHT nel sangue. Ciò causa il restringimento e l’indebolimento dei bulbi capillari che tendono a cadere.

Fumare fa cadere i capelli anche perché accelera il decorso della calvizie. In ogni caso, smettere di fumare potrebbe essere utile per la salute dei capelli e per la loro crescita.

Conclusioni


Grazie allo studio di Taiwan, si è riusciti a comprendere meglio perché fumare fa cadere i capelli. Il fumo, infatti, per via dei suoi effetti sull’organismo, altera la circolazione sanguigna verso il cuoio capelluto.

Ciò indebolisce i follicoli piliferi e blocca anche la produzione degli androgeni. Inoltre, la nicotina modifica la composizione chimica del cuoio capelluto, causando una reazione dei bulbi che si staccano e cadono.

A seguito della connessione tra fumo e calvizie, l’opinione pubblica sta diventando sempre più sensibile al tema “fumare fa cadere i capelli”. Smettere di fumare aiuta i capelli a crescere sani e forti e, soprattutto, fa bene alla salute. 

One Reply to “Fumare fa cadere i capelli?”

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.