AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): per saperne di più

AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): per saperne di più

primo piano di una noce e una nocciola

Noci: un ottimo alimento contro la caduta dei capelli

E’ certo che una buona alimentazione sia alla base della salute dei nostri capelli: tra i prodotti naturali più efficaci a rallentare o quantomeno mitigare gli effetti della caduta trovano posto le noci. E’ dunque interessante scoprirne alcune caratteristiche, capire cosa le renda così utili e come integrarle nella propria dieta.

Un alimento antico e sempre apprezzato

L’utilizzo alimentare delle noci si perde nella notte dei tempi: lo dimostrano alcuni reperti archeologici risalenti a 9000 anni fa. Anche le civiltà persiana, greca e romana ne hanno fatto uso abbondante e prolungato, come testimoniano molte preparazioni della tradizione mediterranea giunte fino a noi. Uno dei motivi di questo diffuso utilizzo è la presenza della pianta – la cosiddetta Juglans regia – in un’area di distribuzione molto ampia: basti pensare che nel 2014, considerando le specie più comuni di questo albero da frutto, la produzione mondiale di noci è stata pari a quasi 3500 milioni di tonnellate, con Cina, Stati Uniti d’America, Iran, Turchia e Messico tra i maggiori produttori.

Caratteristiche del frutto e suo utilizzo

Tutti sappiamo com’è fatta una noce, ma forse non siamo coscienti che la parte commestibile è di fatto l’interno del seme del frutto completo, definito drupa (così come le ciliegie o le pesche); questo è composto da uno strato esterno più morbido e fibroso, chiamato mallo, che avvolge come detto il guscio della noce propriamente detta. La pianta fiorisce ad aprile e i frutti maturano all’inizio dell’autunno, tra settembre e ottobre. Il gheriglio delle noci viene abitualmente consumato come frutta secca ma può essere anche triturato, per ricavarne farina o olio. Il mallo invece può essere utilizzato per la produzione di liquori e altre parti della pianta possono essere impiegate nella preparazione di infusi e decotti.

Perchè le noci fanno così bene ai capelli?

La pianta del noce e i suoi frutti sono universalmente considerati un toccasana in tantissimi ambiti clinici, come trattamento naturale di numerose patologie: dagli eczemi al diabete, dalle malattie reumatiche a infiammazioni di varia natura, l’utilizzo di prodotti derivanti dagli alberi del genere Juglans può dare concretamente effetti benefici. E cosa, in particolare, rende il consumo di noci così consigliato contro la caduta dei capelli? Cominciamo col dire che i frutti sono ricchi di lipidi, fonte di nutrimento per i bulbi; la presenza di sostanze quali zinco e selenio sembra giocare un ruolo importante nella rigenerazione delle membrane cellulari; le noci inoltre garantiscono un valido apporto di Omega 3, che oltre a favorire un’azione ricostituente possono addirittura rallentare l’attività ormonale generalmente responsabile della caduta dei capelli.

Piccoli suggerimenti per l’utilizzo delle noci nella propria dieta

Le noci sono dunque un alimento imprescindibile se vogliamo bilanciare la nostra dieta in modo tale che questa porti risultati anti-caduta. La grande disponibilità del prodotto, la semplicità di consumo e il fatto di poter essere utilizzato trasversalmente sia da chi segue un regime alimentare onnivoro sia da chi ha scelto la strada vegetariana o addirittura vegana sono tutti fattori che rendono le noci un cibo particolarmente consigliato. Ricordiamo comunque che non è necessario abbuffarsi: 3-4 gherigli al giorno, uniti a una cucina e uno stile di vita sani possono già dare ottimi risultati.