foto di un uomo che porta il cappello e che soffre di perdita dei capelli

Il cappello fa perdere i capelli?

Cappelli e copricapi non sono solo degli accessori di moda, ma anche degli strumenti utili per proteggere la testa. Spesso, però, questi vengono accusati di causare la calvizie.

Il cappello fa davvero perdere i capelli oppure si tratta solo di una leggenda popolare senza fondamento scientifico? In questo articolo, troverete tutte le risposte!

La caduta dei capelli può essere causata davvero dal cappello?


In realtà, portare il cappello non fa perdere i capelli, anche se in alcuni casi potrebbe accelerare la loro caduta. Infatti, l’utilizzo di copricapi molto stretti può avere degli effetti negativi sui capelli.

Per esempio, indossare dei capelli di lana per troppo tempo e in ambienti chiusi, può causare prurito in testa e aumentare la produzione di sebo, indebolendo il cuoio capelluto. L’uso di caschi o cuffie da piscina, invece, favorisce la sudorazione che, alla lunga, può causare dermatite e brufoli sul capo.

Anche i capelli fatti in materiali sintetici possono provocare delle reazioni allergiche, irritazioni e infiammazioni al cuoio capelluto. Ciò accade, soprattutto, se vengono indossati durante lo sport.

Il fatto è che il cuoio capelluto ha bisogno di ossigenazione e, quindi, un uso eccessivo di questi copricapi può indebolire i capelli e, nei casi più gravi, farli cadere. Tuttavia, non bisogna dimenticare che il cappello può essere utile soprattutto in estate per proteggere i capelli durante le ore calde.

Quando il cappello può far perdere i capelli?


Chi deve fare molta attenzione ai copricapi sono le persone che hanno un tipo di capello grasso o che soffrono di iperidrosi del cuoio capelluto. In questi casi, indossare sempre il capello potrebbe far perdere i capelli.

foto dello scalpo di un uomo che soffre di imperidrosi del cuoio capelluto

I capelli grassi si caratterizzano, infatti, per la consistenza untuosa e l’opacità. In questo caso, non è la produzione eccessiva di sebo che causa la caduta o l’indebolimento dei capelli, ma la dermatite che potrebbe provocare.

L’iperidrosi è, invece, una produzione eccessiva di sudore che può causare anche dermatiti, secchezza dello scalpo e irritazioni. Il sudore, inoltre, può ostruire i follicoli piliferi e causare, nel tempo, l’indebolimento e la perdita dei capelli. In caso di iperidrosi, indossare il cappello può essere molto nocivo.

Rimedi in caso di capelli grassi o iperidrosi


Nel caso in cui si soffra di iperidrosi o capelli grassi, un rimedio utile è usare dei prodotti adatti come degli shampoo delicati in grado di rafforzare le radici dei capelli e idratare il cuoio capelluto. Inoltre, dopo aver sudato molto, bisogna lavare e pettinare bene i capelli e, ovviamente, evitare di indossare troppo dei copricapi in materiali sintetici.

Il cappello non fa perdere i capelli, ma può indebolirli


Nonostante le varie dicerie, il cappello non fa cadere i capelli, poiché non danneggia un cuoio capelluto sano. Questo, però, a patto che si scelgano copricapi non troppo stretti e si evitino alcuni materiali sintetici che potrebbero causare infiammazioni o reazioni. Un discorso diverso vale per chi ha i capelli grassi o soffre di iperidrosi: in quel caso, bisogna stare attenti all’uso dei capelli, soprattutto durante lo sport.

Ancora nessun commento!

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.