foto di un uomo che vorrebbe sottoporsi a un trapianto di capelli su cicatrice

Trapianto capelli su cicatrice: può essere fatto?

Molti si chiedono se il trapianto di capelli su cicatrice può essere fatto e quali sono i risultati. È possibile coprire tutta la cicatrice e ottenere un effetto naturale? Continui a leggere per scoprirlo!

A cosa sono dovute le cicatrici?


Prima di parlare di trapianto di capelli su cicatrice, c’è da dire che questi segni possono essere di diversa natura. Possono essere causate da un incidente, un’ustione o anche un’operazione chirurgica. Anche un trapianto di capelli FUT può causare una cicatrice.

Questa tecnica, infatti, prevede il prelievo di una striscia di pelle dalla nuca, da cui poi saranno estratte le unità follicolari. Molte volte, i pazienti che si sottopongono a questo intervento, presentano sulla nuca una cicatrice poco estetica.

Cos’è l’alopecia cicatriziale?


Questo termine si riferisce non solo ai diradamenti causati da eventi traumatici esterni, ma anche a tutte le alopecie causate da malattie infiammatorie. Spesso, l’alopecia cicatriziale non è reversibile, ma a volte è possibile fare un trapianto di capelli su cicatrice.

Solo una biopsia al cuoio capelluto può individuare questo problema. I primi segnali, di solito, sono una sensazione di bruciore o di prurito, accompagnati dalla caduta dei capelli.

Fattori da valutare per un trapianto di capelli su cicatrice


Nella maggioranza dei casi, il trapianto di capelli su cicatrice è possibile. Per camuffare il segno, si ricorre al trapianto di capelli con tecnica FUE. Infatti, con questo intervento, è possibile trapiantare le unità follicolari estratte dalla zona donatrice del paziente sul tessuto cicatriziale che, in questo caso, farà da zona ricevente.

la protesi per capelli non è la soluzione definitiva alla calvizie, l'unica è il trapianto

Prima di tutto, bisogna considerare lo spessore della cicatrice. Quando questa è troppo spessa, bisogna intervenire per migliorare la sua condizione e renderla più ricettiva all’innesto dei follicoli. Tra le tecniche più usate, c’è la riduzione della cicatrice tramite delle iniezioni di steroidi o la rimozione di piccole parti di tessuto cicatriziale.

È possibile il trapianto di capelli su una cicatrice troppo sottile?


Anche una cicatrice troppo sottile può creare delle difficoltà. Questa condizione, nota anche come atrofia cicatriziale, rappresenta un caso in cui le cicatrici sono troppo sottili per riuscire a ricevere le nuove unità follicolari.

Quanto si decide di effettuare un trapianto di capelli su cicatrice atrofica, è importante essere sicuri che la circolazione del sangue sia regolare. Un corretto afflusso del sangue è indispensabile per il successo dell’operazione. In questi casi, si usa il minoxidil, un farmaco che migliora il flusso del sangue nell’area della cicatrice e contrasta la calvizie.

Conclusioni


In conclusione, un trapianto di capelli su cicatrice è possibile. Per prima cosa si deve controllare lo spessore della cicatrice. Se questo è troppo grande, si dovrà prima ridurlo con delle iniezioni di steroidi sul tessuto cicatriziale o con la rimozione di piccole parti di esso.

Anche delle cicatrici troppo piccole possono essere un problema, poiché che sono troppo sottili per ricevere le unità follicolari. Inoltre, una corretta circolazione del sangue è vitale per la riuscita di questo tipo di trapianto di capelli.

Per migliorare Il flusso del sangue, è usato di solito il minoxidil, un farmaco che è anche in grado di contrastare la calvizie. Questo intervento chirurgico, per avere successo, richiede una grande esperienza e competenza.

2 Replies to “Trapianto capelli su cicatrice: può essere fatto?”

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.