La perdita di capelli nelle donne ha caratteristiche simili a quelle della popolazione maschile, ma non è uguale. Le donne possono sottoporsi a trapianto di capelli, visto che la struttura dell’innesto è la stessa, ma prima si dovranno indagare le cause del problema. Il trapianto capelli donne non é sempre consigliato, bensí risulta efficace solo in alcuni casi specifici.

Trapianto capelli donne

La calvizie femminile: tipi e cause

Nelle donne, si possono presentare due tipi di perdita di capelli:

  • Alopecia androgenetica: conosciuta come calvizie maschile, inizia con un accentuarsi della stempiatura, che continua ad allargarsi, partendo dalla fronte, su tutta la testa.
  • Alopecia femminile: a differenza della precedente, si sviluppa in modo diffuso su tutta la testa, ed è particolarmente visibile nella zona superiore della nuca.

La calvizie femminile è un fenomeno diverso e per certi versi molto più complesso di quella maschile. Infatti, l’impatto psicologico non è lo stesso: culturalmente, una donna senza capelli, o con pochi capelli, farà fatica a vedersi bella, anche se esistono celebrità assolutamente calve e non per questo poco femminili.

Il trapianto di capelli per le donne: quando è possibile

Anche se non esistono differenze tra un trapianto di capelli femminile o maschile, non è sempre possibile aiutare le donne che desiderano una capigliatura più folta.
Infatti, il trapianto di capelli FUE, una tecnica nota anche come autotrapianto, é possibile solo in caso di alopecia androgenetica. Se l’attaccatura dei vostri capelli si è alzata, oppure notate una stempiatura all’altezza delle tempie o di altre zone circoscritte della nuca, l’operazione sarà completamente possibile e sicura. Se, invece, l’intera testa soffre di perdita di capelli, una situazione molto comune nel genere femminile, il trapianto di capelli per le donne non sarà la soluzione.

Calvizie femminile: le possibili cause

Se il trapianto è possibile solo in caso di alopecia androgenetica, non significa non poter far nulla in caso di perdita di capelli generalizzata. Per esempio, spesso si tratta di un problema legato a questioni ormonali. Ipotiroidismo, anemia, cisti a livello ovarico ed allergie alimentari sono tra le cause più comuni. Per questo, è consigliato sottoporsi ad analisi del sangue specifiche il prima possibile. Anche se il trapianto non è la soluzione, esistono altri modi di affrontare il problema, per esempio la tricopigmentazione o micropigmentazione dei capelli.

I risultati e il procedimento

Le opinioni delle donne, anche famose, che si sono sottoposte a trapianto di capelli sono molto chiare: questo trattamento funziona. Non solo permette di auto-trapiantare nuovi capelli, ma anche di incontrare di nuovo la sicurezza in sé stesse e il piacere di sentirsi femminili.
La tecnica FUE permette di trapiantare capelli in modo indolore, senza rasare la zona ricevente, se si preferisce, e di vedere risultati, cioè un’ottima densità di capelli, in poche ore. I costi del trapianto di capelli per le donne sono generalmente contenuti, anche se molte persone pensano ancora che si tratti di un intervento caro. Si potrà riprendere immediatamente il proprio stile di vita, senza complicazioni o cicatrici visibili.

Conclusione

Il trapianto di capelli femminile funziona, soprattutto in caso di calvizie localizzata. Si tratta di un’operazione sicura, indolore, economica e in grado di garantire risultati davvero buoni in poco tempo, ma non adatta ai casi di perdita di capelli generalizzata. I risultati saranno naturali, e la vostra chioma tornerà ad essere folta, forte e bellissima, esattamente come dovrebbe essere.