AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): per saperne di più

AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): per saperne di più

Travia a Istanbul, Turchia

Trapianto capelli in Turchia: saper riconoscere le offerte

Molti italiani scelgono ogni anno di effettuare il trapianto di capelli in Turchia: i motivi che inducono a fare questa scelta sono molti, ma più che esaminare questi fattori, lo scopo di questo breve articolo è dare qualche spunto ai lettori interessati per riconoscere le offerte affidabili da quelle sospette e valutare con serenità questa prospettiva.

La Turchia e il trapianto di capelli: un po’ di numeri

I dati sul trapianto di capelli in Turchia sono una testimonianza evidente della portata del fenomeno, ormai da ascrivere a una vera e propria forma di turismo sanitario.

Un articolo apparso sulle pagine web del quotidiano “La Stampa” riportava i numeri forniti dal Ministero della Salute turco: nel 2016 oltre 150.000 persone da ogni parte del mondo si erano recate a Istanbul o in altre città della Turchia per ragioni mediche, e 60.000 tra queste per effettuare un trapianto di capelli, in una tra le oltre 300 strutture autorizzate, sia pubbliche sia private.

Giusto per dare una dimensione più precisa del fenomeno, basti pensare che in tutta Italia sono meno di 25 gli ospedali attrezzati per questo tipo di intervento. La grande concorrenza e le sovvenzioni governative consentono di proporre offerte a costi molto ridotti rispetto all’Europa, generando un indotto economico che sfiora il miliardo di euro.

Le principali caratteristiche delle offerte di trapianto capelli in Turchia

Ci sono alcuni elementi che un valido pacchetto di offerta per il trapianto di capelli in Turchia dovrebbe sempre comprendere: oltre al costo previsto per l’intervento sono basilari una visita tricologica specializzata, gli esami del sangue, trattamenti fortificanti (come quello trattamenti PRP) pre-operazione, così come medicazioni e farmaci per il decorso post-trapianto.

E’ importante che la proposta comprenda anche il rilascio di una forma di garanzia che certifichi i risultati dell’intervento per un congruo intervallo di tempo. A fare la differenza sono spesso le facilitazioni extra-trapianto: i pacchetti completi solitamente comprendono il volo andata e ritorno per la Turchia, il pernottamento in albergo e le spese di trasferimento, oltre a visite guidate alle principali attrazioni turistiche. In qualche caso, dietro al pagamento di piccole somme aggiuntive, si possono ottenere una copertura assicurativa accessoria o maggiori comodità durante il soggiorno.

Come riconoscere una buona offerta

Le proposte di trapianto di capelli in Turchia sono davvero numerose, ma un paziente che vuole sottoporsi a un intervento deve essere consapevole di alcune caratteristiche che certifichino la credibilità di queste offerte. E’ quanto mai banale dirlo, ma il primo aspetto da verificare è l’affidabilità della struttura a cui si rivolge e dei medici che ne fanno parte. Occorre sempre informarsi prima di approfittare di un pacchetto tutto compreso se la clinica in cui si effettuerà il trapianto di capelli gode di tutte le autorizzazioni e rispetta i requisiti minimi imposti dalla legge per svolgere questo tipo di attività. Il personale deve garantire esperienza, professionalità e l’osservanza scrupolosa delle norme sanitarie vigenti. Per quanto vantaggiose poi, è bene diffidare da proposte economicamente troppo invitanti: il rischio è che non siano compresi alcuni costi aggiuntivi o che non tutti i servizi forniti siano di buon livello. Un occhio infine anche alle facilitazioni: pacchetti che propongono, oltre al trapianto di capelli, troppi (ma pure troppo pochi) extra potrebbero rivelarsi inadeguati per le esigenze del paziente.

No Comments yet!

Your Email address will not be published.