AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): per saperne di più

AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): per saperne di più

Trapianto di capelli artificiali

Trapianto di capelli sintetici: come funziona?

Il trapianto di capelli artificiali –  questi ultimi noti anche con il nome di bio fibre – è un’alternativa per coloro che non presentano una zona donatrice sufficiente per un autotrapianto. In parole povere, interessa coloro che non hanno abbastanza unità follicolari da trapiantare dalla zona donatrice (di solito la nuca) a quella ricevente  (la zona glabra). Questi pazienti, che prima avrebbero dovuto rassegnarsi alla calvizie, hanno invece una possibilità di rimediare al diradamento dei propri capelli.Questa operazione di chirurgia estetica prevede quindi l’impianto di unità di capelli artificiali nel cuoio capelluto, delle quali il paziente può scegliere il colore, la lunghezza e la forma che più predilige.

Indice dell’articolo

Trapianto di capelli sintetici, sei un buon candidato?

Che la causa della perdita di capelli sia Alopecia, stress, o fattori genetici, o che la calvizie sia totale o parziale è indifferente: chiunque può affrontare un trapianto di capelli artificiali.

L’unico fattore imporante che deve essere verificato, è che la cute del paziente sia compatibile con le fibre sintetiche da impiatare.

Quando si inserisce nel nostro corpo un elemento estraneo, infatti, la reazione immunitaria di rigetto è automatica. Sono molte le soluzioni proposte dalla medicina, rispetto a questa problematica, ma sfortunatamente nessuna di queste soluzioni coadiuva un risultato ottimale come quello dell’autotrapianto di capelli con tecnica FUE. 

Come funziona il trapianto di capelli sintetici?

uomo ha svolto trapianto capelli artificiali

Esistono 2 tipi capelli sintetici da impiantare:

  1. Capelli realizzati con polimeni plastici;
  2. Capelli realizzati con materiali di origine naturale.

I capelli sintetici vengono ricoperti di collagene, in modo da farli attecchire meglio e favorire la guarigione.

Qualsiasi sia la fibra di cui sono fatti i capelli sintetici da trapiantare, è molto importante che il paziente si sottoponga a diversi test delle allergie, per verificare la fattibilità dell’intervento.

Per osservare la reazione del corpo, il paziente,  ogni settimana, per un periodo di almeno un mese, dovrà eseguire un numero di test di impianto, dapprima in zone limitate e poi progressivamente più ampie. Il paziente può sottoporsi a un trapianto di capelli artificiali solo se supera questi test di tolleranza.

Trapianto di capelli sintetici: come avviene l’intervento?

L’intervento si svolge in anestesia locale: attraverso uno strumento particolare, detto implanter,  il chirurgo apre un canale nel cuoio capelluto, e inserisce il capello sintetico nella cute a  una profondità di circa 0,3 mm.

Da questo punto di vista questa tecnica assomiglia al metodo di trapianto di capelli DHI.

All’attaccatura della fibra sintetica,  il capello viene fissato attraverso un nodo sotto il cuoio capelluto.

Impianto di fibre bio-compatibili, quali sono i rischi?

Ecco i principali rischi legati a un trapianto di capelli sintetici:

Incorrere in infezioni e  infiammazioni

Dopo l’intervento si registrano, in alcuni casi, infiammazioni e  infezioni che possono causare delle cicratrici. Il canale in cui vengono inseriti i capelli sintetici è una via d’accesso per batteri e microbi.

Quando ci si lava i capelli, queste ferite aperte sono molto sensibili all’acqua, ma anche al calore del phon.

Rigetto delle fibre sintetiche

Come detto, in questa tipologia di trapianto, vengono usate delle fibre sintetiche che il corpo non sempre riesce ad accettare come “capelli”. Questo può causare pruriti, infiammazioni e dolore.

Trapianto di capelli sintetici: qual è l’effetto finale?

Generalmente si ha un effetto molto soddisfacente. Abituato alla calvizie e al diradamento, il paziente si vede con una nuova chioma e non deve neanche aspettare – come per il trapianto con tecnica FUE – che i capelli ricrescano in 3-6 mesi. L’effetto è immediato.

Il trapianto di Capelli Biocompatibili da, per esempio, la possibilità di infoltire alcune zone diradate, come stempiature o diradamenti dei capelli sulla corona. Anche l’attaccatura può essere ispessita da un certo numero di Biofibre. Ugualmente, quando la caduta avviene a poco a poco, è possibile effettuare uno o più richiami per infittire le nuove zone che nel frattempo hanno subito un diradamento. In seguito alla normale rigenerazione del cuoio capelluto, si assiste a una caduta annuale media del 5-10% circa. Anche in questo caso è possibile re-infoltire nuovamente le aree diradate.

uomo anziano trapianto capelli artificiali andato male

Conclusioni: perché scegliere un trapianto di capelli sintetici?

Ecco i vantaggi di un trapianto di capelli artificiali:

Non è necessario effettuare la rasatura prima dell’intervento;
È possibile scegliere la lunghezza, il colore e il tipo di capello da impiantare;
I capelli naturali non vengono toccati;
È possibile ottenere una buona densità di capelli in poche ore;
Il risultato è naturale e visibile immediatamente;
L’intervento è ambulatoriale, semplice e indolore;L’esecuzione è facile;
È possibile riprendere immediatamente il proprio stile di vita;
Il  rapporto qualità-prezzo è estremante vantaggioso.

In Turchia, la clinica Elithair, guidata dal celebre Dott. Balwi offre il servizio di trapianto di capelli con le tecnologie più all’avanguardia e made in Germany. Sono già 20.000+ i pazienti soddisfatti!

2 Replies to “Trapianto di capelli sintetici: come funziona?”

  1. Salve volevo sapere al dettaglio tutte le informazioni possibili, rischi, quanti capelli possono essere trapiantati ecc grazie

  2. Salve volevo Tutte le informarti in dettaglio, rischi, numero capelli trapiantabili in una sola volta

Your Email address will not be published.