un trapianto con peli corporei può essere un'alternativa quando la zona donatrice è scarsa

Trapianto capelli con peli corporei: è possibile?

In passato, chi voleva sottoporsi a un trapianto di capelli, era a volte impossibilitato per colpa di una zona donatrice troppo scarsa.

Oggi, però, questo non rapresenta più un problema insormontabile. Esiste, infatti, anche il trapianto di capelli con peli corporei.

Come funziona questo tipo di intervento? I risultati sono uguali a quelli del trapianto di capelli tradizionale o ci sono delle differenze? Scopriamolo insieme!

Come funziona il trapianto di capelli con peli corporei?


Molti peli corporei, per qualità e struttura, sono simili ai capelli, tanto da poter essere usati come alternativa alle unità follicolari nel trapianto con tecnica FUE. Per tutti quelli che non hanno abbastanza peli nelle zone donatrici consuete, il trapianto di capelli con peli corporei, rappresenta un’opportunità.

I peli del corpo, possono essere usati per effettuare delle piccole correzioni, ma anche per coprire intere aree calve. In questo caso, è necessario che il chirurgo abbia grande padronanza della tecnica chiamata Body Hair Translplant (BHT). Inoltre, prima dell’operazione, bisogna studiare le caratteristiche dei peli che si dovranno trapiantare.

I tipi di pelo più adatti per il trapianto di capelli


Le caratteristiche dei peli da trapiantare sono diverse da quelli dei capelli. Ci sono, però, delle aree del corpo, i cui peli sono molto simili come nel caso della barba e del torace. Queste, di solito, sono le zone più utilizzare per effettuare il trapianto di capelli con peli corporei.

Si possono usare anche i peli di braccia, stomaco o schiena. I peli della barba e del petto, però, oltre a resistere di più alla caduta, sono anche in grado di cambiare le loro caratteristiche per adattarsi meglio a quelle dell’area ricevente. Questi peli, quindi, pur mantenendo parte della loro struttura, una volta innestati, tendono a comportarsi come dei capelli normali.

il petto può fungere da zona donatrice nel trapianto capelli con peli corporei

Le differenze tra pelo e capello

  • Peli e capelli hanno direzioni di crescita diverse.
  • Il pelo estratto dal corpo ha vissuto in un ambiente diverso dal cuoio capelluto.
  • La struttura di pelo e capello sono diverse per grandezza, spessore e profondità.

La fattibilità del trapianto di capelli con peli del corpo


Come abbiamo detto, il trapianto BHT può rappresentare un’alternativa per coloro che non hanno abbastanza capelli nella zona donatrice. Ciò, però, non vuol dire che il trapianto di capelli con peli corporei sia una soluzione adatta per tutti.

Anche per questo tipo di intervento, il candidato deve soddisfare dei requisiti fisici e fisiologici che vengono, in genere, misurati attraverso delle scale di classificazione. Queste tengono conto di numerosi criteri: dalla densità dei peli alla loro lunghezza e al loro numero per unità follicolare, dalle dimensioni dell’area donatrice alla compatibilità coi capelli.

La tecnica BHT impianta i peli del corpo nella testa e questi cresceranno insieme ai normali capelli. Il trapianto di capelli con peli corporei, quindi, ha lo scopo di restituire densità alla zona affetta da calvizie, ma non può essere usato da solo.

I capelli sono diversi dai peli e, quindi, il risultato potrebbe apparire non proprio naturale. Con questa tecnica si possono estrarre al massimo 800 unità follicolari. Per centimetro, verrebbero innestati dai 10 ai 15 peli. Per queste ragioni, questo intervento dovrebbe essere complementare a un normale trapianto di capelli.

I rischi del trapianto di capelli con peli corporei


dei medici eseguono un trapianto capelli con peli corporeiCome tutti gli interventi chirurgici, anche il trapianto di capelli con peli corporei presenta dei rischi. Da un punto di vista tecnico, la fase di estrazione va affrontata con estrema delicatezza, dato che l’inclinazione di uscita dei peli di altre aree del corpo è diversa da quella dei capelli e, quindi, il rischio di transection è molto elevato.

C’è poi da considerare un altro elemento: il trapianto BHT non assicura maggiori risultati rispetto a un normale intervento di prelievo e innesto di capelli in un’area calva. Dovrebbe, quindi, essere pensato come soluzione per quei casi particolari in cui tutte le altre strade non possono essere percorse.

Il Body Hair Transplant utilizza lo stesso metodo di estrazione di unità follicolari. La differenza è che queste unità vengono estratte, invece che dalla nuca, da una zona donatrice del corpo, come la barba, il torace, il petto, lo stomaco o le braccia. Perciò è fondamentale che il paziente disponga di abbastanza unità follicolari in queste zone.

Conclusioni


Un trapianto di capelli con peli corporei, rappresenta la soluzione più ottimale per tutti coloro che presentano una zona donatrice non troppo ampia. Questa tecnica, detta anche body hair transplant (BHT), consiste nel prelievo di peli corporei e il loro innesto nel cuoio capelluto.

Nonostante si possono usare peli delle braccia, del torace o anche della barba, questi sono diversi dai capelli per spessore, consistenza e struttura. In tal senso, un trapianto di altri peli del corpo, deve essere sempre accompagnato a un normale trapianto di capelli. Solo così si può ottenere un risultato naturale e la giusta densità di capelli.