La perdita di capelli è un processo completamente naturale che ci riguarda tutti da vicino. Ognuno di noi, infatti, perde fino a cento capelli al giorno. Tuttavia, solo superata questa soglia fisiologica, si parla di perdita di capelli. Questo fenomeno colpisce un terzo degli uomini e una donna su dieci.

caduta capelli da stress

Le cause principali

È dunque importante operare una distinzione tra perdita di capelli di tipo naturale e le altre forme di natura patologica. Tra le varie cause della perdita patologica di capelli troviamo:

  • La disregolazione ormonale
  • Le cause ereditarie
  • Lo stress cronico

La caduta dei capelli da stress può essere ridotta cambiando il proprio stile di vita. Cerchiamo di capire in che modo lo stress prolungato influisce sulla salute dei nostri capelli e quali sono i rimedi e gli accorgimenti per contrastare questo processo.

Caduta capelli: il nemico é lo stress

Lo stress incide sulla crescita dei capelli attraverso complessi processi di regolazione, che possono avere conseguenze diverse. In generale, lo stress aumenta nel follicolo pilifero la concentrazione di sostanze messaggere come la noradrenalina, la Sostanza P e il fattore di crescita nervoso (FCN). Ciò innesca processi infiammatori che causano la caduta prematura dei capelli. Lo stress può essere sia la causa principale della perdita di capelli, sia un fattore aggravante in patologie di origine endocrina, tossica o metabolica. L’apprendimento di strategie mirate alla gestione dello stress può quindi avere un effetto positivo sulla crescita dei vostri capelli.

Perché cadono i capelli: stress e altre cause

Esistono diverse forme di caduta dei capelli, dovute alle cause più disparate, eppure in ognuna di queste lo stress riveste un ruolo tutt’altro che secondario. La più comune è la perdita di capelli ormonale ereditaria (alopecia androgenetica), che si basa su una sensibilità genetica della radice dei capelli al testosterone. Per quanto, come detto, le cause scatenanti possano essere molteplici, ognuna di loro, quando non direttamente provocata, è quantomeno aggravata dallo stress. Questo fa sì che i follicoli piliferi entrino nella fase di riposo, impedendo il rinnovamento e la crescita dei capelli. Ma quali sono le principali forme di caduta dei capelli e in che modo lo stress può influire su ognuna di loro? Vediamolo insieme.

  • Alopecia areata

    Si tratta di un processo infiammatorio in cui le cellule del sistema immunitario dirigono la loro attività contro le radici dei capelli, interrompendone la crescita. Si manifesta sotto forma di chiazze rotondeggianti, ben delimitate e totalmente prive di peli sul cuoio capelluto, sulla barba e sulle sopracciglia. Nella maggior parte dei casi peli e capelli ricrescono spontaneamente, senza trattamenti, ma sono frequenti le recidive. Sebbene non se ne abbia la certezza, si presume che oltre ai fattori ereditari, altri fattori scatenanti della malattia possano essere shock traumatici, disfunzioni endocrine, processi autoimmuni e alterazioni psico-emotive.

  • Telogen effluvium

    Noto anche come alopecia diffusa, si manifesta sotto forma di una massiccia perdita di capelli equamente distribuita. Oltre le fluttuazioni ormonali, i disturbi della tiroide e le infezioni, un’altra causa scatenante del Telogen Effluvium è lo stress cronico. L’esatto meccanismo d’azione, che sta alla base dell’influenza dello stress sulla manifestazione della caduta diffusa dei capelli, non è stato ancora chiarito. Tuttavia è chiaro che lo stress cronico costituisce un importante fattore di rischio e pertanto dovrebbe essere preso in considerazione durante il trattamento della malattia.

  • Alopecia androgenetica

    Nell’ alopecia androgenetica, conosciuta come calvizie comune, le radici dei capelli sono ipersensibilli all’ormone diidrotestosterone (DHT) del corpo. Si manifesta attraverso la perdita di capelli nella zona frontale e nella parte superiore del capo. Colpisce indistintamente sia uomini, in cui può sorgere in qualsiasi momento finita la pubertà, che donne, generalmente in età avanzata.

  • Altre cause

    Oltre alle cause già menzionate, se ne possono ricercare e individuare altre tra le malattie metaboliche (diabete mellito e ipertiroidismo), la malattia di Crohn, la bulimia, nonché le malattie infettive e l’avvelenamento da metalli.

Caduta capelli da stress: ma poi ricrescono?

Come abbiamo visto, la caduta dei capelli è un fenomeno inevitabile in quanto la durata di vita delle radici è limitata. In tal senso la perdita dei capelli può essere inquadrata come un processo del tutto fisiologico. Quando però tale perdita supera una certa soglia e tende a concentrarsi in zone specifiche, ecco che scatta l’allarme alopecia.
Quando si realizza di soffrire di una caduta anomala di capelli, lo stress aumenta, innescando un circolo vizioso che aggrava ulteriormente la situazione. In questa fase sarà inevitabile chiedersi: dopo che i capelli cadono, c’è la possibilità che ricrescano spontaneamente?
La risposta breve è: dipende dalla causa che ha portato alla caduta. Nel caso questa sia lo stress, potete tirare un sospiro di sollievo: la risposta è sì, adottando le giuste contromisure i vostri capelli potrebbero ricrescere in maniera spontanea e naturale. A differenza della perdita dei capelli di orgine ereditaria, infatti, quelle forme che hanno nello stress la loro causa scatenante sono processi reversibili.

I rimedi piú efficaci contro la caduta di capelli da stress

Quali sono i rimedi più efficaci contro la caduta dei capelli indotta dallo stress? Qui sotto vi proponiamo una breve panoramica.

  • La tecnica FUE

    La chirurgia rimane la soluzione più sicura e definitiva contro la caduta dei capelli. La tecnica FUE è una tecnica di autotrapianto di capelli con prelievo diretto delle unità follicolari. Nata più di 25 anni fa come evoluzione della tecnica “punch”, la tecnica FUE si avvale di bisturi circolari di dimensioni molto più contenute rispetto al suo progenitore. Il prelievo delle unità follicalari può essere fatto tramite un trapianto di capelli manuale o con l’ausilio di un sistema rotante motorizzato.

  • Soluzioni farmacologiche

    In alcuni esperimenti condotti sugli animali, l’uso di antagonisti dei recettori della sostanza P ha dimostrato di essere efficace contro la caduta dei capelli indotta dallo stress. Un’altra soluzione efficace prevede l’uso di un farmaco, il Minoxidil. Questi stimola la fase di crescita del capello (anagen), esercitando una potente azione antipertensiva: diminuendo la pressione arteriosa, favorisce la dilatazione dei vasi sanguigni e prolunga la fase anagen, ovvero la fase di crescita dei capelli.

  • La gestione dello stress

    Ma facciamo un passo indietro: per trattare l’alopecia correlata allo stress, la prima azione da compiere consiste nell’identificare la causa. Riconoscere quali sono i fattori scatenanti dello stress è essenziale per individuare, e per affrontare, la fonte primaria dei vostri problemi.
    Se non ci riuscite da soli, non vergognatevi nel chiedere aiuto. Decidere di affidarsi ad un supporto psicologico può essere infatti un buon modo per prendere coscienza del problema e trovare soluzioni efficaci e intelligenti. Per ridurre ed eliminare lo stress dalla propria vita si può ricorrere a diverse tecniche di rilassamento, tra cui: esercizi di respirazione, training autogeno, yoga, rilassamento muscolare progressivo e meditazione. Tuttavia è importante tenere a mente che non esistono soluzioni preconfenzionate quando si parla di gestione dello stress: ogni caso è a sé e come tale va trattato.

Conclusione

Non sempre scoprire una certa quantità di capelli senza vita intrappolati tra le setole della spazzola deve costituire un motivo d’allarme. Abbiamo visto, infatti, che è fondamentale distinguere tra la caduta dei capelli fisiologica e quella patologica. Ma, anche nei casi più gravi, è fondamentale mantenere la calma e la lucidità: lo stress è un fattore di rischio a prescindere da quale sia la causa originaria della vostra perdita.
Limitare l’esposizione a fattori stressanti e ansiogeni, o addirittura eliminarne le cause alla radice, significa abbassare drasticamente i livelli di ormoni dello stress nel corpo e dunque permettere che i follicoli piliferi possano rigenerarsi. In combinazione con una terapia farmacologica adeguata, in questo modo il processo di caduta può essere interrotto, dando così la possibilità ai capelli di crescere nuovamente.