Seleziona una pagina
differenza tra FUE e DHI capelli visti da vicino

Trapianto di capelli: differenza tra la tecnica FUE e DHI


Quante unitá follicolari ti servono?

✔ 99% Pazienti soddisfatti
✔ 100% Fiducia
✔ Recensioni Top
Consulenza gratuita

Sia la tecnica FUE che quella DHI sono le metodologie più all'avanguardia in ambito tricologico. Questi due metodi si basano sullo stesso principio: l'estrazione di unità follicolari. Qual è, allora, la differenza tra FUE e DHi? Continui a leggere se vuole saperne di più.

Qual è la differenza tra FUE e DHI?

Prima di spiegare la differenza tra FUE e DHI, è importante chiarire che entrambi sono interventi di autotrapianto. L’autotrapianto è una tecnica chirurgica che ha l’obiettivo di trasferire i capelli da una zona del capo ancora folta (la zona donatrice, di solito la nuca) alla zona diradata (la zona ricevente) o perfino del tutto glabra. Poiché i capelli sono prelevati dal paziente stesso è scongiurato qualsiasi rischio di rigetto.

Il metodo FUE (Follicular Unit Extraction)  è il nome con il quale si fa riferimento a un particolare metodo di autotrapianto, quello in cui anziché asportare una striscia di cuoio capelluto (come prevedeva la vecchia tecnica FUT) si estraggono dal cuoio capelluto soltanto le unità follicolari, senza dunque causare cicatrici molto visibili.

IL metodo DHI è l’evoluzione della tecnica FUE (infatti è chiamata anche micro‑FUE) e di conseguenza anch’esso è basato sull’estrazione dei follicoli. Tuttavia fa uso di un’ulteriore innovazione tecnica di cui parleremo tra poco. Entrambe queste tecniche, sia la FUE che la DHI, rappresentano lo stato dell’arte in materia di trapianto dei capelli.

Entrambe, infatti, assicurano al paziente un veloce recupero postoperatorio, nessun dolore e cicatrici quasi invisibili – parliamo di piccoli puntini che guariscono totalmente. Inoltre garantiscono la ricrescita continua nelle zone in cui i follicoli vengono innestati.

Vediamo nel dettaglio la differenza tra FUE e DHI.

Differenza tra FUE e DHI, i due metodi a confronto

Trapianto di capelli con tecnica FUE

Con la tecnica FUE (Follicular Unit Extraction), il chirurgo estrae le unità follicolari dalla zona donatrice facendo uso di un piccolo dispositivo, detto Micromotore; dopodiché queste unità vengono  conservate in una soluzione nutritiva a base di Biotina, che garantisce che le unità follicolari rimangano fresche e possano essere ulteriormente nutrite di sostanze importanti e vitamine.

Terminata questa fase, il chirurgo, nel nostro caso lo stimato Dott.Balwi, pratica, attraverso un bisturi con lame in zaffiro i canali di apertura nell’area di destinazione, seguendo le direttive date dal cliente in fase di colloquio, e infine vi innesta le unità follicolari manualmente. Le micro lesioni praticate durante l’intervento sono dei puntini molto piccoli, e guariscono rapidamente.

L’Innesto con la Tecnica FUE nel dettaglio

Con il trapianto di capelli FUE, i follicoli vengono impiantati creando dei “canali”, piccoli fori di ricezione. Nella zona di trattamento, i follicoli vengono posizionati nei fori manualmente con una pinzetta. Questo consente un controllo maggiore su angolo, direzione e profondità del bulbo. L’innesto viene eseguito solo da personale altamente qualificato. In questa fase è molto importante la precisione e l’esperienza del chirurgo. Mani inesperte potrebbero danneggiare il cuio capelluto e posizionare i Grafts in maniera sbagliata.

Trapianto di capelli con tecnica DHI

Grazie alla sempre maggiore miniaturizzazione e sofisticazione delle apparecchiature elettroniche, oggi il chirurgo ha a disposizione un nuovo tipo di strumento a micromotore denominato implanter, che consente di praticare la microincisione nell’area di destinazione e contemporaneamente innestarvi il follicolo. Da qui si comprende bene l’origine del nome di questa tecnica: DHI (Direct Hair Implantation, cioè impianto diretto).

L’implanter non è che una sorta di minuscola “pennina” in grado di spingere il follicolo all’interno della nuova sede grazie a un micro ago cavo. In pratica, mentre la fase di estrazione delle unità follicolari è identica sia nella FUE che nella DHI, quello che varia nella DHI è che il chirurgo esegue le fasi di incisione e innesto simultaneamente.

Durante un intervento DHI solitamente non si utilizza un unico implanter, bensì più d’uno, in modo da poter disporre di diversi tipi di aghi e adattarsi meglio alle dimensioni dei follicoli da impiantare. Uno dei vantaggi derivanti dall’uso dell’implanter è che il chirurgo può controllare la profondità, la direzione e l’angolazione di ogni singolo innesto con la massima precisione.

L’innesto con la tecnica DHI nel dettaglio

Con il trapianto di capelli DHI ogni follicolo viene posizionato separatamente e direttamente sull’area interessata con l’impianter DHI. Si tratta di uno strumento progettato per questo tipo di trapianto di capelli. Con l’impianter DHI, il chirurgo è in grado di controllare sia la profondità, che la direzione e l’angolazione di ogni singolo innesto. In questo modo, i nuovi capelli vivono più a lungo, e l’aspetto finale è al 100% naturale.

L’innesto diretto dei follicoli piliferi con l’impianter DHI, quindi, fornisce un aspetto del tutto armonico e la totale assenza di cicatrici visibili sulla zona interessata.La tecnica di trapianto di capelli DHI è un metodo testato e standardizzato. Questo prevede il migliore approccio in tutte le fasi dell’operazione per garantire il massimo comfort del paziente e risultati dall’aspetto naturale.

Analisi gratuita dei capelli

Gratuita e senza impegno

Differenza tra FUE e DHI in breve

Sia che si tratti di FUE o di DHI, l’autotrapianto consente di ridare voce a quella speranza che in molti, tra chi è affetto da calvizie, hanno accantonato, cioè quella di raggiungere risultati permanenti e dall’aspetto naturale.

FUE DHI
Metodologia di asportazione FUE, cioè vengono asportati soltanto i follicoli FUE, cioè vengono asportati soltanto i follicoli
Metodologia di impianto Incisione seguita da innesto manuale Incisione e innesto simultanei tramite implanter
Necessità di radere la zona di destinazione No
Cicatrici o segni permanenti Nessuno Nessuno

 

Differenza tra FUE e DHI: vantaggi e svantaggi

Vediamo nello specifico quali sono i principali vantaggi e svantaggi delle due tecniche, FUE e DHI.

FUE DHI
VANTAGGI Minori costi di intervento Minore manipolazione dei follicoli asportati, poiché l’operazione di innesto è effettuata dall’implanter
Tecnica consolidata da tempo e perfettamente adatta a qualsiasi tipo di capelli I follicoli asportati rimangono fuori dall’organismo per un tempo minore
SVANTAGGI L’area di destinazione deve essere rasata Maggiori costi e maggiore complessità dell’intervento
Minore possibilità di intervenire sulla profondità e sull’angolazione dell’innesto Poiché è richiesta una grande perizia da parte del chirurgo e degli assistenti, non tutte le cliniche dispongono della specializzazione e dell’esperienza necessarie

 

Perché fare un trapianto di capelli?

Il percorso intrapreso dalle persone affette da calvizie, sia in giovane età che in età più avanzata, segue delle tappe comuni per tutti. Si inizia a notare un assottigliamento dei capelli, seguono le prime perdite, le prime visite specialistiche, dopodiché ciascuno sceglie il percorso terapeutico che ritiene più appropriato. Si tratta di percorsi necessari, ma ciò non toglie che spesso comportino stress, ansia e, molto più frequentemente di quanto si pensi, la perdita dell’autostima.

Non è un caso che moltissimi pazienti, dopo aver ottenuto risultati altalenanti con i trattamenti tricologici e le cure farmacologiche, inizino a valutare seriamente l’ipotesi del trapianto. A prescindere dalla differenza tra FUE e DHI, il trapianto di capelli per estrazione di unità follicolari è una soluzione davvero all’avanguardia. La nostra clinica per capelli In Turchia, Elithairtransplant, offre tutte e due le metodologie di trapianto.

Trapianto dei capelli: i tempi cambiano

È interessante osservare le analogie tra l’evoluzione delle tecniche di trapianto dei capelli e quella della correzione chirurgica dei più comuni disturbi visivi, come la miopia o l’astigmatismo. Solo trent’anni fa, sottoporsi a un intervento di chirurgia refrattiva significava fare qualcosa che in pochi avevano già fatto. L’appetibilità del risultato era elevata, ma come non comprendere le apprensioni che l’intervento comportava?

Oggi la correzione della miopia tramite un intervento laser agli occhi è un’operazione talmente comune da essere sostenuta da migliaia di pazienti ogni mese. Allo stesso modo, anche nel mondo del trapianto dei capelli sia le tecniche che la tecnologia sono molto avanzate. Basti pensare che fino a qualche anno fa, il trapianto dei capelli richiedeva una vera e propria asportazione chirurgica di una striscia di cuoio capelluto (tipicamente dalle regioni posteriori e laterali del capo, meno affette dalla calvizie).

Naturalmente ciò comportava un decorso postoperatorio non irrilevante e, non di rado, inestetismi permanenti. Oggi tutto ciò non è più necessario, gli interventi moderni sono indolori e non producono ferite. Cicatrici e inestetismi permanenti sono un lontano ricordo e i tempi di guarigione sono ormai molto rapidi. A prescindere dalla differenza tra FUE e DHI e il metodo che sceglierà, Elithairtransplant sarà felice di sostenerla durante tutto il percorso di trapianto di capelli!

Richieda adesso un’analisi gratuita dei capelli dai nostri esperti


Richieda ora un’analisi dei Suoi capelli gratuita e senza impegno dai nostri esperti e scopra il prezzo del Suo trattamento individuale.

Elithairtransplant

Analisi gratuita dei capelli


Condividi questo post

1 commento

  1. Michele Di Lella

    Ma quanti graft si possono impiantare con il DHI in una sola giornata?

    Rispondi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più sul tema

Trapianto Capelli