foto di un paziente che mostra lo stato del trapianto di capelli dopo 2 mesi

Trapianto capelli dopo 2 mesi: cosa succede?

Come ogni operazione, anche il trapianto di capelli può far paura, non tanto dal punto di vista del dolore, quanto per una questione di stile di vita. Infatti temono di dover aspettare troppo per riprendere con le loro attività quotidiane.

Per fortuna non bisogna attendere molto. In questo articolo spiegheremo, infatti, cosa aspettarsi da un trapianto di capelli dopo 2 mesi e i tempi da rispettare per tornare a svolgere tutte le attività quotidiane.

Come apparirà la testa 2 mesi dopo il trapianto di capelli?


A 2 mesi dal trapianto di capelli, ormai si sarà già tornati alla vita di tutti i giorni. Dopo questo periodo, infatti, il processo di cicatrizzazione e guarigione sarà ormai del tutto completato.

La zona ricevente avrà, però, un colore di un tonalità un po’ più scura rispetto a quello del resto della testa. Questa differenza di colore non sarà, però, troppo evidente e sarà coperta, in tutti i casi, dai nuovi capelli che saranno, tuttavia, ancora piuttosto corti.

Piccoli disturbi dopo il trapianto di capelli


Non bisogna allarmarsi se dopo un trapianto di capelli con la tecnica DHI o Zaffiro compariranno questi piccoli disturbi, poichè sono assolutamente normali e fisiologici.

  • Acne: molto comune nei primi 4 mesi dopo l’operazione, sono un segnale di ricrescita dei capelli e non vanno assolutamente schiacciati o grattati.
  • Arrossamento: comune dalle prime 2 settimane fino a 3 mesi dopo il trapianto di capelli.
  • Prurito: possibile fino a 3 mesi dopo l’intervento. Per quanto fastidioso possa, bisogna cercare di evitare di toccare gli innesti.

Trapianto di capelli dopo 2 mesi: tutto (o quasi) è concesso!


Il trapianto di capelli dopo 2 mesi sarà ormai un ricordo come anche la bellissima città di Istanbul. Dopo sole 6 settimane si può tornare a concedersi alcune attività prima sconsigliate come il nuoto, la sauna, il solarium o l’utilizzo della vasca da bagno.

Se ci si trova in estate, invece, bisognerà pazientare fino al termine del terzo mese per poter prendere di nuovo il sole senza dover utilizzare un copricapo adeuguato. Anche la cura dei capelli sarà tornata alla normalita:

  • l’asciugacapelli potrà essere utilizzato già a partire dalla fine del primo mese;
  • tagliare i capelli sarà possibile, ma solo usando le forbici;
  • tra le 4 e le 12 settimane dopo un trapianto di capelli, si può effettuare anche un trattamento di mesoterapia, così da rinforzare ulteriolmente i bulbi piliferi.

Anche se sono passati 2 mesi dal trapianto di capelli, per poter acconciare di nuovo la chioma utilizzando dei particolari strumenti o sostanze, bisognerà ancora attendere un pochino. Ecco cosa si dovrebbe evitare:

  • la piastra per i primi 3 mesi;
  • gel, cera o lacca per i primi 3 mesi sulla zona donatrice e 6 per quella ricevente;
  • non tagliare i capelli con la macchinetta, ma solo con le forbici fino al termine del 6° mese.

Come ricrescono i capelli dopo un trapianto?


I capelli trapiantati cominciano a ricrescere già a partire dalle prime settimane. In molti casi, però, tra la 2° e l’8° settimana i capelli impiantati possono cadere di nuovo. Non bisogna allarmarsi per nessun motivo, è un fenomeno normale chiamato “effetto shock loss“.

I bulbi piliferi trapiantati, infatti, rimangono saldi nel cuoio capelluto e cadranno solo i capelli che erano cresciuti al suo interno. I bulbi rimangono comunque vitali e da essi nasceranno dei nuovi capelli forti e sani non appena il loro ciclo vitale sarà ripartito.

La ricrescita dei nuovi capelli dopo lo shock loss non avviene 2 mesi dopo il trapianto di capelli, ma a partire dal 3°- 4° mese e, inoltre, questa può variare da paziente a paziente

Quando sarà possibile vedere i risultati?


Anche se sono passati già 2 mesi dal trapianto di capelli non si potranno ancora vedere dei risultati ben visibili, ma si potranno riprendere praticamente tutte le solite attività quotidiane senza particolari complicazioni.

Per poter vedere i risultati definitivi bisognerà, tuttavia, aspettare ancora un po’ di tempo: si dovrà attentedere, infatti, almeno 10-12 mesi dopo il trapianto di capelli e, in casi eccezionali, anche 18 mesi.

Non esiste il modo di prevedere con precisione il tempo specifico dei risultati. Ogni paziente è diverso e quindi anche le tempistiche di crescita non saranno uguali per tutti. Tuttavia, in alcuni pazienti si possono vedere i primi risultati già dopo 6 mesi.in un trapianto di capelli 2 mesi dopo i risultati non sono ancora visibili

Conclusioni


Come abbiamo appena letto, dopo 2 mesi il trapianto di capelli sarà ormai solamente un ricordo del passato, anche se, possono esserci dei piccoli disturbi come, arrossamento della zona ricevente, brufoli o prurito. In questo caso, non bisogna allarmarsi, significa solo che la guarigione sta procedendo in maniera ottimale.

Nonostante dopo la convalescenza si possa tornare già alla vita di tutti i giorni, bisogna comunque fare attenzione a non stressare gli innesti e bisogna prendersi cura della testa. Si dovranno, infatti, seguire degli accorgimenti per facilitare il processo di crescita dei nuovi capelli.

Dato che però ogni paziente è diverso dall’altro, non è possibile determinare quando il risultato finale potrà essere visibile. Per alcuni questo sarà si potrà vedere già dopo 6 mesi, mentre altri dovranno attendere addirittura anche 18 mesi. In generale, la media del tempo di attesa per vedere il risultato finale è di circa 10-12 mesi.

Ancora nessun commento!

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.