il minoxidil è un farmaco in grado di favorire la ricrescita dei capelli

Minoxidil: uso vantaggi e controindicazioni

Sul mercato ormai si possono trovare numerosi farmaci per contrastare la caduta dei capelli. Alcuni, più di altri, sono conosciuti e stimati come buone soluzioni per contrastare la perdita di capelli.

Tra le terapie anti-caduta più usate c’è senza dubbio il minoxidil. In questo articolo scopriremo l’uso, i vantaggi e le controindicazioni di questo farmaco contro la calvizie.

Indice dell’articolo


  1. Cos’è il minoxidil?
  2. Come agisce il Minoxidil contro la calvizie?
  3. Le controindicazioni del minoxidil
  4. Gli svantaggi del farmaco
  5. Conclusioni

Cos’è il minoxidil?


Il minoxidil è un celebre farmaco utilizzato nel trattamento della calvizie. Inizialmente, era un medicinale prescritto come cura contro l’ipertensione. Tuttavia, in seguito, fur notato che tra gli effetti secondari c’era la ricrescita di peli e capelli.

Questo effetto collaterale fu così tanto apprezzato che, dopo le opportune revisioni e stabilizzazioni, il minoxidil diventò uno dei farmaci più usati per contrastare la perdita dei capelli.

Il Minoxidil, al contrario della Finasteride, risulta meno efficace quando la calvizie è molto accentuata o si trova nella sua fase più acuta, perché non agisce sulle problematiche endocrine del paziente. In compenso, questo farmaco ha effetti collaterali più blandi rispetto alla finasteride.

il minoxidil può essere assunto per via orale oppure topica

Come agisce il Minoxidil contro la calvizie?


Il Minoxidil è in grado di regolare e stabilizzare il ciclo vitale del capello grazie a quattro azioni simultanee.

  1. Prolunga la fase di crescita dei follicoli, cioè quello stadio in cui il capello cresce di 0,3‑0,4 millimetri al giorno. Si tratta di una fase che di norma dura fino a 7 anni, anche se cambia da persona a persona. Questa è la prima fase del ciclo di vita dei capelli ed è denominata anagen.
  2. Riduce la fase di involuzione, cioè quella durante la quale si arresta la crescita del follicolo, poiché il capello termina la sua attività proliferativa e smette di allungarsi. Questa è la seconda fase del ciclo di vita del capello, si chiama catagen e dura 2 o 3 settimane.
  3. Riduce l’ultima delle tre fasi del ciclo di vita del capello, cioè quella di riposo. Il capello che si trova dentro al follicolo è in attesa di nascere, dunque è inattivo. Questa fase si chiama telogen e dura circa 3 mesi.
  4. Il minoxidil produce anche un’azione di vasodilatazione che garantisce maggior nutrimento ai follicoli.

Minoxidil: uso e applicazione


Il minoxidil può essere assunto oralmente tramite compresse, oppure per via topica, attraverso l’uso di lozioni liquide o di schiuma. Quando si assume sotto forma di lozione, va applicato sul cuoio capelluto sulle zone affette da calvizie e diradamento.

In genere, l’applicazione va eseguita 2 volte al giorno per almeno 4 mesi. Bisogna applicarla in maniera accurata solo sulle parti colpite dalla perdita di capelli, per evitare un eccesso di crescita dei peli nelle aree della testa non affette di calvizie.

La cute dovrebbe essere asciutta, in modo che il prodotto non si disperda a contatto con l’acqua e siano ridotti i rischi di irritazioni. I primi risultati tangibili si ottengono dopo circa 4-6 mesi dalla prima applicazione, con un picco di efficacia stimato intorno ai 2 anni.

Un’ulteriore raccomandazione: mai sospendere l’uso del minoxidil senza prima consultare un medico. È, infatti, opportuno seguire un percorso graduale per interrompere la terapia, altrimenti si potrebbero avere conseguenze spiacevoli.

Per rendere maggiore l’efficacia del farmaco è, inoltre, consigliato usare uno shampoo delicato che sia in grado di rinforzare e nutrire i capelli dalla radice alle punte.

Le controindicazioni del minoxidil


il minoxidil è un farmaco che può presentare alcuni effetti collaterali

Il Minoxidil ha delle controindicazioni che è bene conoscere prima di avviare un percorso terapeutico con questo farmaco. È importante non scoraggiarsi se nella prima fase della terapia si assiste a un’intensificazione della caduta dei capelli.  Si tratta, infatti, di un effetto previsto. 

Occorre fare più attenzione ad altri sintomi come:

  • ricrescita anomala della peluria;
  • irritazioni o infiammazioni delle parti trattate;
  • sensazioni di gonfiore alle mani o ai piedi;
  • prurito;
  • dermatite da contatto;
  • desquamazione.

Inoltre, non bisogna dimenticare che, trattandosi di un farmaco che incide anche sulla pressione arteriosa, occorre prestare attenzione a eventuali dolori al petto o alla testa in seguito all’assunzione. Pertanto, i pazienti affetti da problemi cardiocircolatori devono essere molto cauti nell’assumere il minoxidil.

Gli svantaggi del farmaco


Questo farmaco, purtroppo, non è sempre in grado di regalare risultati ottimali. Ogni organismo, infatti, reagisce in maniera diversa alla cura, e quindi anche i risultati saranno relativi alla soggettività di ogni paziente.

Di solito, i pazienti oltre i 50 anni e quelli che soffrono di una calvizie molto accentuata non ottengono i risultati sperati. I pazienti che reagiscono positivamente, in genere, registrano un aumento della lunghezza dei capelli e un ampliamento del diametro del capello diradato; in alcuni casi anche una leggera ricrescita della chioma.

Lo svantaggio più grande di questo farmaco è che i risultati sono temporanei e sono strettamente legati al periodo di assunzione. Questo significa che, una volta interrotta la terapia, probabilmente si ritornerà alla situazione di calvizie di prima.

Il Dr. Balwi spiega il minoxidil


Conclusioni


Il minoxidil, insieme alla finasteride, è forse il farmaco anticalvizie più famoso. Usato all’inizio come cura contro l’ipertensione, fu scoperto che faceva ricrescere i capelli come effetto collaterale. Il minoxidil, infatti, è in grado di regolare e stabilizzare il ciclo vitale del capello. Prolunga la fase anagen di crescita del capello e riduce le due ultime fasi: telogen e catagen.

Il minoxidil è un farmaco che deve essere assunto per lungo tempo. I primi benefici si vedranno dopo circa 4 o 6 mesi mentre il picco di maggiore efficacia avviene dopo 2 anni. Oltre a presentare varie controindicazioni, il minoxidil ha un altro grande svantaggio: il suo effetto è limitato al periodo di assunzione. Inoltre, non è molto efficace contro una calvizie molto accentuata.

One Reply to “Minoxidil: uso vantaggi e controindicazioni”

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.