Summer Deal! Risparmia 400€ adesso

gli anti dht servono per bloccare l'azione dell'ormone diidrotestosterone

Anti DHT: tutto quello che devi sapere!

L’articolo di oggi è una guida completa a tutto ciò che c’è da sapere sulla caduta dei capelli e sul blocco del DHT.

La maggior parte delle persone non pensa molto ai propri capelli, finché un giorno si sveglia e scopre che una parte di essi è scomparsa. Se state leggendo questo articolo, forse state affrontando questo problema e avete bisogno di un anti-DHT.

Cosa causa la caduta dei capelli?


Prima di parlare di anti DHT, è meglio spiegare in cosa consiste la perdita dei capelli. La calvizie maschile, nota anche come alopecia androgenetica è causata dal restringimento dei follicoli, che interferisce con il processo di crescita di nuovi capelli. La miniaturizzazione dei follicoli si verifica quando l’ormone sessuale maschile diidrotestosterone (DHT) si lega ai recettori degli androgeni.

Per spiegare l’influenza della miniaturizzazione dei follicoli sul processo di crescita dei nuovi capelli, di seguito vengono descritte le quattro fasi del ciclo di crescita dei capelli.

Anagen: è la fase di crescita. Dura dai 2 ai 7 anni.
Catagen: si tratta della fase di transizione. Il follicolo pilifero si adatta per passare dalla fase di crescita a quella di riposo. Dura 10 giorni.
Telogen: è la fase di riposo. Dura circa 100 giorni.
Esogen: è la fase di eliminazione. Il follicolo si prepara per la fase anagen.

grafica che spiega il ciclo vitale del capello

I follicoli più piccoli causano un accorciamento della fase anagen (i capelli hanno meno tempo per crescere) e un allungamento della fase telogen (un follicolo si riposa invece di produrre altri capelli). Ciò determina un graduale declino della ricrescita complessiva dei capelli, con conseguente assottigliamento e, infine, perdita dei capelli.

Alcuni uomini sono più sensibili alla caduta dei capelli da DHT a causa della genetica sottostante. Alcuni geni possono far sì che il DHT si leghi più facilmente ai recettori degli androgeni, accelerando la contrazione dei follicoli. Pertanto, per prevenire la caduta dei capelli, è necessario bloccare la produzione di DHT o limitarne la funzione tramite l’utilizzo di un anti DHT.

Come viene prodotto il DHT?


Il DHT deriva dal testosterone, un androgeno che determina le caratteristiche sessuali maschili del corpo, come la voce profonda, i peli sul viso o una maggiore massa muscolare. La trasformazione del testosterone avviene tramite l’azione dell’enzima 5-alfa reduttasi. Questo enzima è immagazzinato nelle ghiandole atte alle secrezioni sebacee del follicolo pilifero.

Per impedire al diidrotestosterone di attaccare i follicoli piliferi, è necessario utilizzare un anti DHT. Tuttavia, ciò deve avvenire senza determinare la quantità di testosterone nell’organismo. Una diminuzione del testosterone potrebbe portare a uno squilibrio ormonale.

Questo effetto negativo può essere evitato, pur riducendo il DHT, inibendo la funzione della 5-alfa reduttasi o bloccando il legame del DHT con i recettori degli androgeni. Esistono molti modi per ridurre naturalmente il DHT, alcuni dei quali verranno illustrati di seguito.

Quali sono gli anti DHT naturali?


Sebbene la perdita di capelli da DHT non possa essere completamente evitata, la buona notizia è che esistono molti alimenti, vitamine e integratori che possono contribuire a rallentare la progressione della perdita di capelli negli uomini. Ecco 3 anti DHT naturali che sono stati collegati a una riduzione della perdita di capelli.

Il Saw Palmetto come anti DHT?

Il saw palmetto è un estratto derivato dalle bacche della palma Serenoa repens. Le ricerche suggeriscono che il saw palmetto può essere in grado di inibire l’attività della 5-alfa reduttasi e può quindi funzionare bene come alimento anti DHT.

il saw palmetto secco può essere utilizzato come anti dht naturale

2. L’olio d’oliva

Come molti oli, è stato a lungo dimostrato che è in grado di promuovere e mantenere una crescita sana dei capelli. Le ricerche hanno dimostrato che l’olio d’oliva può svolgere un ruolo nella diminuzione del DHT. Inoltre, l’applicazione topica dell’olio d’oliva ha dimostrato di favorire la crescita dei capelli stimolando la fase anagen dei follicoli.

3. Lo zinco

Lo zinco ha dimostrato di essere un ottimo anti dht, poiché è in grado di inibire l’attività dell’a’enzima 5-alfa reduttasi, bloccando la formazione del diidrotestosterone. L’organismo non è in grado di produrre da solo questo oligoelemento, che deve quindi essere fornito attraverso gli alimenti e/o gli integratori. Una dose troppo elevata di zinco può essere dannosa, quindi si consiglia di monitorare attentamente l’assunzione.

Alimenti che contengono zinco: ostriche, crostacei, carne, fagioli al forno, cereali per la prima colazione, olio di semi di zucca.

Il caffè aumenta il DHT e dovrebbe essere evitato

Ci sono molti nutrienti anti dht che possono essere aggiunti alla dieta o alla routine di cura dei capelli per rallentare il progresso della calvizie maschile e bloccare la produzione di diidrotestosterone. Una sostanza da evitare è la caffeina. Uno studio suggerisce che l’assunzione cronica di caffeina potrebbe effettivamente portare a un aumento del DHT.

CONSIGLI DEGLI ESPERTI


Lo shampoo e spray del Dr. Balwi, grazie alla combinazione unica di ingredienti come aloe vera e biotina, nutrono i capelli fino alla radice, prevenendone la caduta.

Quali sono gli effetti collaterali degli anti DHT?


Ora che si conoscono i benefici, va notato che l’inibizione della produzione e della funzione del DHT comporta alcuni effetti collaterali negativi, come ad esempio l’uso di shampoo anti il DHT.

Il DHT può essere inibito anche con trattamenti chimici come il Minoxidil o la Finasteride, mentre lo Spironolattone può essere usato come anti DHT per le donne. Sebbene siano spesso considerati le migliori soluzioni per bloccare DHT, possono verificarsi effetti collaterali più gravi, come ad esempio:

  • disfunzione erettile;
  • problemi di eiaculazione;
  • diminuzione del desiderio sessuale;
  • sfoghi e arrossamenti;
  • problemi neurologici;
  • sbalzi di umore improvvisi.

Quindi, gli anti DHT sono dannosi? Le ricerche suggeriscono che i bloccanti del diidrotestosterone possono rallentare la caduta dei capelli e potenzialmente favorirne la ricrescita, per cui sembrerebbe una valida soluzione molto ragionevole soprattutto in caso di alopecia androgenetica. Per ridurre i rischi, qualsiasi trattamento contro la caduta dei capelli da DHT deve essere sempre discusso con il proprio medico curante.

Tuttavia, bisogna tenere conto dei numerosi effetti collaterali negativi di queste opzioni terapeutiche. Inoltre, una volta smesso di usare gli anti DHT, i capelli ricominceranno a cadere.

Conclusioni


Un metodo efficace per prevenire la caduta dei capelli consiste nel ridurre l’influenza del DHT nei follicoli piliferi. Per ridurre l’impatto del DHT senza causare uno squilibrio ormonale, è necessario bloccarne la produzione e/o la funzione legante.

Esistono molti bloccanti naturali del DHT che consentono di ripristinare i capelli, ma questi hanno il prezzo di molti effetti collaterali negativi, a differenza di altre soluzioni più permanenti per fermare la calvizie maschile, come il trapianto di capelli.

Hai domande o soffri di calvizie? Non esitare a contattare il nostro team che risponderà a tutte le tue domande. Comincia subito, effettua ora la tua analisi dei capelli gratuita e non vincolante, ti servono solo due minuti!