Dopo un trapianto di capelli, ci vuole del tempo prima che inizi la crescita dei capelli a partire dalle radici appena trapiantate. Non appena i capelli fuoriescono dal cuoio capelluto, è normale che si formino brufoli dopo il trapianto di capelli. Nel tempo questi inestetismi scompaiono da soli e il paziente puó godersi il risultato naturale ed estetico del suo trapianto di capelli. Qui vi daremo ulteriori informazioni sul comportamento da seguire quando si formano dei brufoli dopo il trapianto di capelli.

É normale avere alcuni brufoli dopo il trapianto di capelli

I capelli hanno bisogno di un periodo di “convalescenza” e di “riposo” prima di ricominciare a crescere regolarmente dopo aver subito un trattamento come il trapianto. Circa 2-6 settimane dopo l’intervento chirurgico, i capelli trapiantati ricadono nuovamente. Dei capelli trapiantati, ne rimane solo il 10 percento, ma non bisogna allarmarsene in quanto é completamente normale.

Dopo circa 3-5 mesi dopo la caduta dei capelli, questi iniziano a riformarsi. Il punto di inizio della ricrescita varia da paziente a paziente. Ci vuole circa un anno per vedere il risultato finale. Molti pazienti si preoccupano nel momento in cui si formano brufoli e impurità sul cuoio capelluto dopo l´operazione.

Come accennato prima, quando i nuovi capelli attraversano il cuoio capelluto, nel punto di fuoriuscita si formano dei piccoli brufoli. Anche se questo fenomeno non é particolarmente piacevole, è normale che ció avvenga dopo un trapianto di capelli. Il cuoio capelluto
non è più abituato ad avere dei capelli in quella parte della sua superficie, quindi reagisce a suo modo.

Attenzione: non schiacciare i brufoli

Le impurità che si formano sulla pelle quando il fusto del capello penetra attraverso il cuoio capelluto possono avere diverse dimensioni. Possono essere molto piccole o creare dei brufoli da cui potrebbe fuoriuscire del pus. I brufoli che appaiono dopo il trapianto di capelli non dovrebbero assolutamente essere schiacciati.

Premendoli e toccandoli, c’è il rischio che le impurità sul cuoio capelluto si infiammino. In particolare vi può essere un’infiammazione delle radici dei capelli appena trapiantate. É quindi meglio attendere che queste impuritá scompaiano da sole. I brufoli dovuti al trapianto di capelli saranno presenti fino a che tutti i capelli non saranno passati completamente attraverso il cuoio capelluto.

I brufoli dopo un trapianto di capelli compaiono in tutti i casi?
Come già accennato, è un effetto collaterale naturale dovuto alle impurità che si formano quando il nuovo fusto del capello spinge attraverso la pelle. Tuttavia, non tutti i pazienti hanno la stessa reazione cutanea. In particolare, nei pazienti con la pelle grassa, vi é una maggiore formazione di impurità. in questi casi, é possibile che si presentino impuritá e brufoli appena dopo il trapianto di capelli e poi anche durante il processo di recupero.

In quali aree compaiono i brufoli dopo il trapianto di capelli?
Dopo il trapianto dei capelli, possono formarsi brufoli sia nella zona trapiantata che nella zona donatrice. Sebbene si formino più frequentemente nell’area in cui viene effettuato il trapianto, i brufoli possono presentarsi anche nella zona da cui sono stati prelevati gli innesti. Nella zona donatrice, essi si sviluppano solitamente in concomitanza con il processo di guarigione.

Le impurità nella zona donatrice si verificano soprattutto nelle persone che sono più inclini ad avere un cuoio capelluto secco. Prima di lavarsi i capelli dopo un trattamento di questo tipo, bisogna sempre pulirsi le mani in modo da prevenire possibili infezioni.

I brufoli sul cuoio capelluto dopo un trapianto di capelli: cosa aiuta?

Schiacciare i brufoli é un rimedio sconsigliato in assoluto, in quanto si rischia di perdere i capelli trapiantati. Tuttavia, molti pazienti vogliono trovare una soluzione per queste brutte imperfezioni. Bisognerebbe sempre chiedere consiglio al proprio consulente prima di intraprendere qualsiasi azione.
Per esempio, se la formazione di brufoli è particolarmente abbondante, l´esperto di capelli può consigliare un antibiotico. Questo è particolarmente consigliato se la pelle non ha un bell´aspetto e si formano molti brufoli grandi e purulenti.

Al fine di prevenire una maggiore formazione di brufoli dopo il trapianto dei propri capelli, è necessario assumere molti liquidi. Si raccomandano circa tre litri al giorno per consentire al corpo di rigenerarsi rapidamente. Il consulente spiegherá dettagliatamente al paziente quali bevande sono raccomandate o sconsigliate.

Evitare la sudorazione diminuisce anche la formazione di impurità dopo il trapianto di capelli. Dopo l´intervento chirurgico, infatti, bisognerebbe far riposare sufficientemente il proprio fisico. Il sudore favorisce lo sviluppo di sgradevoli imperfezioni.

Per quanto riguarda i brufoli purulenti, possono essere sgonfiati tramite un ago, che deve essere necessariamente sterile. L'”apertura” creata consente al pus di fuoriuscire dal brufolo. Pulire via il pus delicatamente con un panno pulito. Questo metodo dovrebbe essere adottato solo se la formazione di brufoli purulenti è molto pronunciata. In qualsiasi caso, chiedete al consulente prima di procedere. La formazione di brufoli é un fenomeno del tutto normale.

Conclusione: il comportamento tenuto dopo il trapianto è decisivo per i risultati

La formazione di brufoli dopo il trapianto di capelli appartiene alla norma. Ciò può portare alla formazione di brufoli purulenti piccoli e grandi durante il processo di guarigione. La quantitá di queste impuritá varia inoltre da caso a caso.

In particolare, quando i nuovi capelli sbucano attraverso il cuoio capelluto, la pelle si irrita e possono formarsi dei brufoli per questo motivo. Non bisogna schiacciare i brufoli con le mani, in quanto in questo caso vi é un elevato rischio di infezione. Inoltre, questo rimedio può danneggiare le radici dei capelli e influire sulla crescita dei capelli.

Si puó prevenire la formazione di brufoli assumendo abbastanza liquidi ed evitando un’eccessiva sudorazione. In qualsiasi casi, consigliamo di contattare la consulente, che saprá consigliare al meglio. Nei casi in cui si formano molti brufoli purulenti, è possibile prendere un antibiotico. Bisogna comunque tenere a mente che é normale che si verifichi la formazione di brufoli dopo un trapianto di capelli. Tuttavia, questi alla fine scompariranno da soli e potrete guardare i vostri capelli crescere forti e vitali.