AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): per saperne di più

AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS (COVID-19): per saperne di più

medici che eseguono un trapianto di capelli con tecnica FUT

Come funziona il trapianto di capelli con tecnica FUT o STRIP?

La cosiddetta tecnica FUT o STRIP viene ancora utilizzata spesso dalle cliniche che si occupano di trapianto di capelli. Da molti anni, però, la tecnologia in campo tricologico si è sviluppata e oggi, ci sono altri metodi che garantiscono risultati migliori.

Sebbene il trapianto di capelli con tecnica FUT sia ancora molto diffuso al giorno d’oggi, presenta più svantaggi rispetto all’innovativo metodo FUE.

In questo articolo spiegheremo come funziona questo metodo, i suoi punti di forza e i suoi svantaggi.

In cosa consiste la tecnica FUT?

La tecnica di trapianto di capelli FUT o STRIP è una delle prime ad aver riscosso un grande successo in campo tricologico. FUT è l’acronimo di Follicular Unit Transplantation, cioè trapianto di un’unità follicolare.

Questa tecnica ha ottenuto molta successo in quanto un gran numero di capelli potevano essere estratti dalla zona donatrice nel corso di una sola sessione.

Come funziona esattamente?

Una o più strisce sottili di pelle vengono rimosse dalla parte posteriore della testa. Dopo questa fase, i singoli innesti vengono prelevati dalla striscia di pelle, immersi in una soluzione nutritiva e appositamente preparati.

Il processo assicura che gli innesti non subiscano danni e che in futuro possano ricominciare a crescere.

In seguito, le unità follicolari estratte sono trapiantate nelle zone della testa affette da calvizie. L’ultima fase consiste nel ricucire la striscia di capelli sul cuoio capelluto con una sutura finale.

Questo passaggio avviene dopo che gli innesti sono stati rimossi ed è essenziale per questo metodo.

I vantaggi del metodo FUT

  • La rimozione degli innesti avviene in brevissimo tempo.
  • La durata della rimozione degli innesti è di massimo 45 minuti.
  • Nella maggior parte dei casi, è necessaria una sola seduta di trapianto.

Gli svantaggi della tecnica FUT

  • La rimozione della striscia di pelle potrebbe lasciare delle cicatrici sulla testa. Infatti, se l’area donatrice non è ricucita in modo professionale, potrebbero restare delle ferite.
  • Le ferite, possono trasformarsi in cicatrici, sulle quali i capelli non potranno più ricrescere del tutto. Vi è quindi la possibilità che, nel caso di un’acconciatura corta, tale cicatrice si noti visibilmente.
  • Se la sutura della striscia di pelle non è eseguita in maniera professionale, potrebbe rimanere uno sfregio sulla parte posteriore della testa.
  • Rischio di un’infiammazione dei nervi o del flusso sanguigno.
  • Prima dell’estrazione degli innesti con il metodo FUT, è necessario rasare i capelli della zona donatrice.
  • Un trattamento poco igienico e non professionale, potrebbe portare alla mancata ricrescita dei capelli nella zona donatrice.

Per molti anni, la tecnica FUT è stata la più comune nel campo dell’autotrapianto di capelli. Oggi, però, tale metodo offre solo svantaggi rispetto al più moderno e innovativo metodo FUE.

infografica che mostra il processo di trapianto di capelli con tecnica FUT

Qual è il cosiddetto metodo FUE?

A differenza del metodo FUT, con la tecnica FUE non vengono utilizzate le strisce di pelle, ma vengono prelevate direttamente le singole unità follicolari.

Proprio come con la tecnica STRIP, l’estrazione dei follicoli avviene nella parte posteriore della testa, poiché spesso ci sono ancora molte unità follicolari intatte.

Un vantaggio decisivo è che con questo metodo non è necessaria la rasatura, infatti, si può anche scegliere di farne a meno. Inoltre, un’estrazione precisa e con la migliore strumentazione assicura che ci siano solo poche cicatrici, che inoltre non risultano visibili.

Con una buona capacità manuale, le singole unità follicolari possono essere estratte direttamente dall’area donatrice. Se per l’estrazione dei follicoli si utilizza una lama in zaffiro, le incisioni per l’estrazione risultano ancora piú precise e fini.

Dopo la rimozione, gli innesti, come nel trattamento FUT, sono inseriti in una speciale soluzione nutritiva. Poiché questo metodo richiede un’area donatrice più ampia e il prelievo diretto, è necessario molto più tempo. Dall’altro lato, però, l’estrazione dei follicoli con questa tecnica assicura un periodo di guarigione più breve della pelle incisa.

Un altro vantaggio è che l’area donatrice non deve essere suturata dopo l’estrazione delle unità follicolari. Se si optia per il trapianto di capelli con il metodo FUE, è possibile anche tenere i capelli corti, poiché le microcicatrici sono coperte dai nuovi capelli.

Conclusioni: la tecnica FUT è ormai superata

Per molti anni, la tecnica FUT o STRIP è stata la più utilizzata nel trapianto di capelli. Questa si basa sulla rimozione di sottili strisce di capelli dalla parte posteriore della testa. Lo svantaggio è che l’area donatrice nella parte posteriore della testa deve essere nuovamente ricucita sul cuoio capelluto e può lasciare cicatrici.

Sulla cicatrice spesso i capelli non ricrescono e questi punti vuoti rendono evidente che ci si sia sottoposti a un trapianto di capelli.

Noi di Elithair, leader nel settore del trapianto di capelli, utilizzamo solo il metodo FUE e abbiamo reso felici migliaia di persone. Con tale tecnica, non viene prelevata nessuna striscia di capelli, ma si estraggono direttamente le unità follicolari. Sebbene questo processo richieda molto più tempo, offre molti più vantaggi rispetto alla tecnica FUT.

Con metodo FUE, infati, il processo di guarigione della ferita è molto più veloce. Grazie alla precisione nell’estrazione delle singole unità follicolari, è anche possibile tenere i capelli corti senza che i segni del trapianto siano evidenti agli estranei.

Dopo poche settimane i capelli ricominceranno a crescere forti e sani.

No Comments yet!

Your Email address will not be published.