Iil trapianto di capelli bianchi funziona allo stesso modo di quelli colorati

Trapianto di capelli bianchi e brizzolati: è possibile?

È possibile fare un trapianto di capelli bianchi e brizzolati, oppure questa possibilità è concessa solamente ai giovani?

L’incanutimento, ossia la comparsa dei capelli bianchi, viene comunemente associato a un indebolimento della chioma, ma in realtà non è così. L’unica differenza tra capelli “normali” e capelli bianchi, è che questi ultimi non hanno più il colore.

In realtà, un trapianto di capelli bianchi presenta più vantaggi di uno con capelli colorati. Come? Scopriamolo insieme!

I capelli bianchi possono essere trapiantati?


I capelli bianchi o brizzolati si mantengono, nella maggior parte dei casi, ancora sani e forti. In realtà, per la loro struttura e caratteristiche, sono anche degli eccellenti innesti da poter trapiantare nelle zone del cuoio capelluto colpite dalla perdita di capelli.

Infatti, adoperare dei capelli privi di pigmento in un intervento di trapianto, non cambia in alcun modo il procedimento di innesto o di prelievo delle unità follicolari. Inoltre, non inficia nemmeno il risultato finale dell’operazione.

In parole semplici: l’autotrapianto di capelli ancora dotati di pigmento non presenta alcuna differenza rispetto a quello con dei capelli che ne sono privi. L’intervento, infatti, rimane sempre lo stesso, come anche il risultato finale.

I capelli bianchi sono uguali a quelli colorati?


Come abbiamo già detto, il colore dei capelli non incide in nessun modo sulla loro qualità e caratteristiche. I capelli trapiantati bianchi, infatti, sono forti proprio come quelli ancora colorati.

Per questo motivo, i colori degli innesti estratti in seguito a un trapianto di capelli con tecnica FUE o DHI saranno del tutto casuali. Inoltre, il prelievo di capelli di colore bianco assicura:

  • al paziente un risultato naturale, senza che ci sia una netta differenza tra la parte di testa che è stata sottoposta al trapianto di capelli e quella invece usata come zona donatrice;
  • al medico una maggiore quantità di capelli da poter trapiantare a disposizione.

La selezione dei capelli da impiantare, si basa sulla salute degli stessi. Infatti, questi, verranno scelti dal medico solo se il loro follicolo pilifero è ancora forte e sano.

Quale capello è meglio per un trapianto?


In realtà, si può anche dire che quelli bianchi o brizzolati si prestano ancora meglio al metodo di trapianto di capelli con estrazione delle singole unità follicolari, cioè la tecnica FUE. 

In fase di prelievo, infatti, non è possibile poter selezionare le unità follicolari da estrarre. Questo vuol dire che il paziente non può scegliere il colore degli innesti da trapiantare nelle zone colpite dalla calvizie.

Un trapianto di capelli bianchi o brizzolati può essere eseguito anche con altri metodi come, per esempio, la tecnica DHI. Questo metodo innovativo dà la possibilità, inoltre, di poter effettuare il trapianto di capelli anche senza dover rasare prima la testa.

un uomo si è sottoposto al trapianto di capelli bianchi

I vantaggi del trapianto di capelli bianchi


Di seguito, ecco i vantaggi di un trapianto di capelli bianchi.

  • Per prima cosa, il vantaggio di un trapianto di capelli bianchi o brizzolati consiste nel fatto che le unità follicolari prelevate provengono dal paziente stesso. Di conseguenza, il rischio di rigetto è ridotto al minimo.
  • I capelli bianchi durano più a lungo. Infatti, grazie alla loro memoria genetica, i bulbi piliferi impiantati non faranno la stessa fine di quelli atrofizzati, i quali hanno portato alla caduta dei capelli per alopecia androgenetica
  • Dai bulbi piliferi impiantati, prelevati dalla nuca e, quindi, da un’area donatrice non affetta da calvizie, nasceranno e cresceranno dei capelli sani e forti.
  • I capelli che diventano bianchi, è un episodio del tutto normale nella vita degli uomini e delle donne. L’effetto estetico di un trapianto di capelli bianchi è, pertanto, davvero molto naturale.
  • Poche persone che si trovano davanti a una folta capigliatura bianca, sospetteranno che il paziente si sia sottoposto a un trapianto di capelli.
  • L’effetto finale, quindi, oltre a essere molto naturale, conferisce anche un certo fascino, soprattutto negli uomini. 
  • In caso di trapianto di capelli brizzolati, il risultato finale sarà ancora migliore. Infatti, l’effetto “sale e pepe” conferisce, dal punto di vista visivo ed estetico, una densità e un riempimento maggiori.

La qualità dei capelli bianchi


A causa di una minore produzione di sebo, i capelli bianchi o brizzolati tendono ad apparire un po’ più secchi. Oltre a questo, non presentano delle altre caratteristiche particolari rispetto a quelli colorati. La mancanza di pigmentazione non rappresenta un problema. Infatti, questa, non influisce sulla qualità del capello o sulla sua forza.

Non solo: molte volte i capelli bianchi hanno anche un ritmo di crescita superiore a quello dei capelli colorati. Resta poi il fatto che ogni paziente rappresenta un caso specifico. Per questo, solo grazie a una visita tricologica e studiando l’anamnesi del paziente, sarà possibile risalire alla causa del diradamento dei capelli.

Si possono tingere i capelli dopo l’intervento?


Proprio come per quelli normali, è possibile tingere la chioma dopo un trapianto di capelli bianchi, ma non subito. Infatti, anche se è abbastanza rapido, il processo di convalescenza dopo il trapianto di capelli è, in ogni caso, molto delicato. Bisogna sempre tenere a mente che si tratta comunque di un intervento chirurgico.

In seguito, il paziente potrà tingere i suoi nuovi capelli, ma dovrà aspettare almeno 6 mesi dopo l’operazione. Dopo questo periodo, infatti, le microlesioni saranno ormai del tutto guarite e i capelli saranno attecchiti nei follicoli in maniera forte e salda.

Le sostanze acide contenute nella maggior parte delle tinte per capelli, infatti, possono causare delle irritazioni. Inoltre, possono rallentare il processo di guarigione della cute o causare anche delle infezioni o dei problemi di circolazione del sangue.

Il trapianto di capelli bianchi e brizzolati in età avanzata


il trapianto di capelli bianche va bene sia per l'uomo sia per la donna

Non solo il trapianto di capelli bianchi e brizzolati non presenta alcuna differenza con quello dei capelli ancora colorati, ma può essere fatto anche in età avanzata!

Un paziente sano e che non presenta particolari rischi legati a malattie o patologie, può sottoporsi a un trapianto di capelli anche quando è abbastanza anziano.

Infatti, sono molti i personaggi famosi che si sono sottoposti a un trapianto di capelli bianchi anche in età avanzata, ma tutto questo non ha impedito loro di ottenere degli ottimi risultati.

Conclusioni


Come abbiamo letto in questo articolo, i capelli bianchi e l’età non rappresentano dei problemi nel trapianto di capelli. L’intervento viene eseguito in anestesia locale e in regime ambulatoriale.

La convalescenza post operatoria, anche se comporta delle chiare regole da rispettare e delle piccole rinunce da fare, è abbastanza veloce. Infatti, si può tornare alla vita normale nel giro di 10 o 15 giorni.

Non vi è alcuna particolarità in un trapianto di capelli bianchi. Anzi, i capelli senza pigmento attecchiscono anche meglio sul cuoio capelluto. Infatti, la velocità di crescita del capello bianco e il suo spessore sono maggiori di quello ancora colorato.

Inoltre, un trapianto di capelli bianchi come anche brizzolati, garantisce una densità maggiore oltre che un risultato ancora più naturale rispetto a quello con capelli ancora colorati. Nessuno si accorgerà, infatti, della differenza.

Ancora nessun commento!

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.