la perdita dei capelli in autunno è un fatto fisiologico

Perdita capelli autunno: cause e rimedi

La perdita di capelli in autunno è un fenomeno molto comune che colpisce sia gli uomini, sia le donne. Inoltre, non è un caso che si concentri di più in questo periodo.

In questo articolo, proveremo a spiegare il motivo per cui i capelli cadono in autunno e suggeriremo dei modi per contrastare questo fenomeno.

Indice dell’articolo


  1. L’attività ciclica dei capelli
  2. Le cause della perdita dei capelli in autunno
  3. Rimedi contro la perdita dei capelli in autunno
  4. Conclusioni

L’attività ciclica dei capelli


I nostri capelli sono regolati da un vero e proprio ciclo vitale in cui si alternano periodi di attività e di riposo. Un capello, in genere, cade quando il suo follicolo ha già iniziato a produrre quello nuovo che lo sostituirà.

I bulbi piliferi non regolano la loro attività tutti insieme, ma sono indipendenti l’uno dall’altro, con un periodo di ricambio che dura da 3 a 7 anni. Di solito, cadono circa 100 capelli al giorno, ma durante l’autunno, tale numero raddoppia.

grafica che spiega il ciclo vitale del capello

La perdita dei capelli in autunno è un fenomeno fisiologico che dipende da molti fattori. Per esempio, prendere ogni giorno il sole durante l’estate, può indebolire i capelli e provocare in seguito la loro caduta. 

Il nostro corpo è influenzato dai cambiamenti di luce e di temperatura. Questi mutamenti influiscono sulla produzione di melatonina e prolattina, due ormoni che regolano le fasi di crescita e caduta dei capelli.

Per fortuna, a prescindere dall’intensità, la perdita di capelli in autunno è un fenomeno che ha una durata limitata. In genere, dura 2-3 mesi e si risolve da solo, senza dover ricorrere a trattamenti particolari. 

Le cause della perdita dei capelli in autunno


Non esiste un’unica causa che possa spiegare la perdita dei capelli in autunno. Negli ultimi anni, però, sono state date diverse risposte che, se sommate, possono dare una spiegazione del problema.

  • Retaggio evolutivo: secondo alcuni studiosi, il ricambio dei capelli stagionale è un fenomeno ereditario che possediamo in quanto mammiferi. Così come gli animali cambiano pelo in risposta al cambio delle stagioni, anche noi esseri umani facciamo qualcosa di simile, sostituendo i capelli vecchi con quelli nuovi.
  • Variazione di luce: secondo un’altra teoria, le variazioni di temperatura e di ore luce dovute all’alternarsi delle stagioni possono incidere sul nostro equilibrio ormonale. Tali cambiamenti influiscono sui livelli di melatonina e prolattina, due degli ormoni coinvolti nel ciclo di vita dei bulbi piliferi.
  • Clima estivo e clima invernale: pare che un’esposizione prolungata ai raggi del sole in estate possa indebolire i capelli, poiché accelerano il loro ciclo vitale. Una volta danneggiati, i capelli impiegano alcuni mesi prima di cadere. 
  • Fattori esterni: l’autunno è il periodo in cui si torna a un ritmo di vita frenetico, dettato da lavoro e stress. Potrebbe, quindi, esserci un collegamento tra la perdita dei capelli in autunno e il ritorno a uno stile di vita iperattivo.

Rimedi contro la perdita dei capelli in autunno


Non esiste un metodo definitivo per prevenire la caduta autunnale, ma per fortuna esistono alcuni rimedi che possono limitare i danni. Per prima cosa, è importante adottare uno stile di vita sano.

Svolgere un’attività fisica moderata favorisce una migliore circolazione sanguigna e aiuta a stimolare la crescita dei capelli. A beneficiarne è anche il cuoio capelluto, poiché un maggior afflusso di sangue si traduce in più ossigeno e, quindi, più nutrimento per i follicoli.

Lo sport, inoltre, è in grado di abbassare i livelli di ansia e di stress che sono responsabili della debolezza delle radici dei capelli. Ovviamente, uno stile di vita salutare prevede di limitare il consumo di alcol e, possibilmente, di eliminare il fumo. Entrambi danneggiano la salute dei capelli e ne accelerano la fase di caduta.

a volte la perdita dei capelli in autunno è dovuta al cambio di stagione

Anche una dieta sana e bilanciata incide molto sulla salute dei nostri capelli, limitandone la caduta stagionale. I cibi che contengono vitamina C sono in grado di favorire la rinascita cellulare.

Quelli ricchi di vitamina A, B, ed E riescono, invece, a fronteggiare l’atrofizzarsi dei follicoli e a contrastare la caduta dei capelli. Inoltre, l’assunzione di biotina fornisce ai bulbi una grande quantità di zolfo, un elemento essenziale per la cura dei capelli.

Nel caso che però la perdita dei capelli persista anche dopo l’autunno, allora è meglio rivolgersi a uno specialista, il quale potrà indagare il problema e proporre una terapia con farmaci oppure un trapianto di capelli.

Conclusioni


Il nostro corpo è influenzato dai cambiamenti di temperatura come anche quelli di luce. Inoltre, a volte, possono intervenire dei fattori esterni che possono provocare la caduta dei capelli. Infatti, l’autunno è il periodo in cui il ritmo della vita diventa più veloce e ciò può causare molto stress.

Ci sono, tuttavia, dei rimedi naturali anti caduta che possono aiutare a combattere la perdita dei capelli in autunno. Per prima cosa, bisognerebbe adottare uno stile di vita il più sano possibile, evitando o limitando al massimo il consumo di alcool e nicotina.

Oltre a ciò, l’attività fisica come anche una dieta ricca di vitamine possono essere utili a contrastare o almeno a limitare la perdita dei capelli durante l’autunno. Questo fenomeno ha una durata limitata, ma se il problema dovesse persistere, può essere necessario rivolgersi a un medico.

Ancora nessun commento!

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.